Viaggiare, dalla Russia un algoritmo rivela i lughi più autentici frequentati dai residenti

Legion Media
Il sistema, sviluppato dall’Università di San Pietroburgo, svela i posti più gettonati dove i turisti potranno scoprire il vero volto delle città, uscendo dai soliti circuiti

Viaggiare al giorno d’oggi significa il più delle volte seguire dei percorsi predefiniti, che raramente coincidono con quelli della gente del posto, a meno che non abbiate dei contatti nel Paese che state visitando. Certo, si può consultare TripAdvisor o chiedere un parere a una guida, ma il più delle volte si finirà inghiottiti dalla solita orda di turisti. Solo gli abitanti del posto conoscono davvero i luoghi migliori, quelli più autentici, dove spesso si spende poco e si mangia bene.

Ma i programmatori dell’Università ITMO di San Pietroburgo ora hanno la soluzione: hanno infatti creato un algoritmo che consentirà a chi viaggia di trovare i musei, i bar, le piazze e altri luoghi d’interesse sulla base dei post pubblicati su Instagram dalla gente del posto. Al momento però non esiste ancora una app in grado di raccogliere e confrontare i posti: l’algoritmo è stato sviluppato a scopo scientifico e promette interessanti rivoluzioni nel modo di viaggiare.

Per sviluppare questo algoritmo i tecnici hanno preso in considerazione le foto scattate a San Pietroburgo e pubblicate sul celebre social network nel 2016. Ne è risultato un lungo elenco dei luoghi più amati dai pietroburghesi stessi, che è stato poi confrontato con i posti normalmente visitati dai turisti.

“Instagram vanta più di 600 milioni di utenti provenienti da ogni parte del mondo – hanno spiegato i programmatori -. Tra i materiali più pubblicati ci sono le foto di luoghi, edifici, palazzi storici e altri posti di interesse. Ed è evidente che i posti preferiti dai locali differiscono da quelli amati dai turisti”.

La maggior parte delle foto dei visitatori sono state scattate nel centro storico e nelle vie principali, come la Nevskij Prospekt. I luoghi preferiti dai residenti si trovano invece fuori dal centro.

Secondo Ksenia Mukhina, autrice principale del progetto, il luogo preferito dal turisti a San Pietroburgo è il Museo Ermitage, il Museo Russo, la Cattedrale di Kazan, la Cattedrale di San Isacco e la Chiesa del Salvatore sul Sangue Versato.

“Gli abitanti del posto invece preferiscono trascorrere tempo in quartieri meno conosciuti – ha spiegato a Russia Beyond Ksenia Mukhina -. Il palazzo del ghiaccio ad esempio è una vera hit per gli abitanti della capitale del nord. Anche il ponte Lomonosov ha acquisito una certa popolarità”. I residenti amano inoltre trascorrere tempo nei parchi dell’isola Krestovskij o in spazi espositivi come il Loft Project Etagi.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale