Kartoshka, il dessert sovietico per dare nuova vita ai biscotti

Un piatto di Kartoshka. Fonte: Daria Sokolova

Un piatto di Kartoshka. Fonte: Daria Sokolova

Chiamato così per via della sua forma che ricorda una patata, questo dolce era molto apprezzato ai tempi dell’Urss. E ancora oggi continua a far venire l’acquolina in bocca a tutti i russi

La kartoshka (patata) consente di utilizzare i resti di una torta o di biscotti rotti. Basta aggiungere latte condensato e cacao, utilizzando biscotti o altri ingredienti come base. Nei tempi più duri, quando era difficile recuperare alcuni ingredienti, si utilizzava addirittura del pane.

Nonostante la ricetta risalga all’inizio del XX secolo, è diventata famosa soprattutto durante il periodo sovietico e continua a essere tra i dessert preferiti dai russi.

Ci sono diverse varianti di questa ricetta: a base di biscotti o pane tostato, con forme diverse e coperti di crema, noci o cioccolato.

Kartoshka a base di biscotti

Ingredienti:

  1. 300 grammi di biscotti
  2. 2 cucchiai di cacao
  3. 100 grammi di burro
  4. 180 ml di latte condensata 
  5. 100 grammi di noci 
  6. 3 cucchiai di cognac o liquore 
  7. 100 grammi di frutta secca (opzionale)

Procedimento:

Rompere i biscotti in piccoli pezzi. Unire il cacao e il burro ai biscotti e amalgamare il composto con le mani. Aggiungere lentamente il latte condensato in piccole quantità, aggiungere il liquore, le noci tritate e la frutta secca.

Gli ingredienti necessari per il dolce. Fonte: Daria Sokolova

Mescolare fino a ottenere un impasto omogeneo. Formare palline e passarle nel cacao. Cospargetele di noci tritate e rifinitele con crema o cioccolato a scelta.

Riponete la vostra kartoshka in frigorifero per una notte e servitela accompagnata da una tazza di tè o caffè.

Un piatto di Kastoshka. Fonte: Daria Sokolova

Buon appetito!

 

Continua a leggere: Tutte le ricette della rubrica A tavola!

 

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta