L'insalata russa

Dal Padiglione Russia dell’Expo alla cucina di casa vostra: ecco una selezione delle migliori ricette russe presentate agli ospiti dell’Esposizione universale di Milano

Insalata russa (Foto: Russia Expo 2015)

Ingredienti:

L’insalata che serviamo, è composta da due parti. Per la parte tradizionale:
30 gr di patate bollite
20 gr di cetrioli in salamoia
un uovo sodo
15 gr di pollo affumicato
40 gr di pollo bollito
10 gr di piselli di scatola
30 gr di maionese
5 gr di polpa di pomodoro
Seconda parte, servita nella foglia della insalata riccia
40 gr di insalata riccia 
50 gr di cetrioli freschi
15 gr di lingua bollita
15 gr di cetriolini marinati
25 gr di francolini di bosco fritti
un uovo sodo
30 gr di maionese
un cucchiaino di paprica in polvere
Per decorare
3 pezzi di gamberi di acqua dolce cotti
un cucchiaino capperi
aneto
caviale nero

L’insalata russa, meglio nota come insalata Olivier, è uno dei piatti più diffusi in Russia, il cui termine “Olivier” è probabilmente di origine francese. Inizialmente considerata un piatto per ricchi, nel tempo si è trasformata in una pietanza più alla portata di tutti, divenendo un vero e proprio cibo popolare durante il periodo sovietico. Ecco la ricetta della vera insalata Olivier.

Per la “parte” tradizionale dell’insalata russa, mescolare tutti gli ingredienti tagliati precedentemente. Nel piatto mettere tre piccole porzioni di composto.

Per la seconda parte, quella servita nella foglia della insalata riccia, appoggiare sulla foglia di insalata riccia a strati gli ingredienti tagliati a fiammifero: i cetrioli, la lingua, i cetriolini, i francolini, l'uovo tagliato a rondelle.

Ricoprire abbondantemente con maionese e paprica. 

Mettere la foglia con insalata nel piatto precedentemente preparato con le tre piccole porzioni e decorare con gamberi di acqua dolce, capperi, aneto e caviale nero.

Tutti gli eventi, le notizie e gli approfondimenti dal Padiglione Russia!

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta