Il buon pesce a tavola

La zuppa "ukha" è un piatto che prevede diverse variazioni, a seconda dei gusti (Foto: Lori/Legion Media)

La zuppa "ukha" è un piatto che prevede diverse variazioni, a seconda dei gusti (Foto: Lori/Legion Media)

La "ukha" è la ricetta più gustosa e popolare per preparare un'ottima zuppa, ideale per scaldarsi nelle fredde giornate invernali

La pesca è popolare in tutto il mondo. Ma la passione per questo sport in Russia sfiora quasi l’ossessione. Avvicinandosi a qualsiasi laghetto gelato, in una qualsiasi giornata invernale, si potranno infatti vedere uomini seduti vicino a buchi ricavati nel ghiaccio, incuranti del vento tagliente e delle temperature sotto zero. Questi uomini aspettano pazienti che qualche pesce abbocchi.

Durante l’estate, poi, milioni di russi iniziano un rituale pellegrinaggio verso le loro zone di pesca preferite, che si possono trovare anche a svariati chilometri di distanza, o addirittura dall’altro lato del Paese.

Nonostante tutto ciò sia causa di qualche discussione familiare, sicuramente permette di realizzare alcune fantastiche zuppe di pesce. Tra queste, la “ukha” è senza dubbio la più conosciuta e la più saporita.

In verità, la vera “ukha” dovrebbe essere preparata su un fuoco in riva al fiume, con il pesce appena pescato. Ma niente paura: questa zuppa viene benissimo anche se preparata in cucina, in barba a ciò che dicono i pescatori.

Di fatto la cosa particolare di questa zuppa è che non è necessario seguire strettamente nessuna ricetta: è un piatto con il quale si può sperimentare. Volete usare più patate e meno cipolla? Nessun problema. Pensate che il merluzzo si sposi meglio rispetto al salmone? Perfetto, usate pure il merluzzo. Prima o poi scoprirete la formula migliore per i vostri gusti. Qui trovate la ricetta per una “ukha” tripla, chiamata così perché richiede tre tipi di pesce. 

Ingredienti:

6 tazze di acqua

1 chilo di pesce persico, o di qualsiasi altra varietà di pesce piccolo di acqua dolce, intero e ben pulito

½ chilo di salmone pulito e senza pelle

1 carota grande, tagliata a cubetti

1 costa di sedano con foglie

1 porro

1 bicchierino di vodka

1 cipolla

3 patate

25 grammi di pepe in grani

2 carote sbucciate

1 pastinaca

Erbe aromatiche (pepe, alloro, timo)

1 foglia di alloro

Sale e pepe

Preparazione

Mettete il pesce in una pentola grande insieme alle carote tagliate, al sedano, alla pastinaca, al porro, alla cipolla e alle erbe. Portate a ebollizione, rimuovendo la schiuma che sale in superficie.

Abbassate il fuoco, coprite la pentola con un coperchio e lasciate cucinare a fuoco lento per 35 minuti.

Passate il brodo con un colino fino travasandolo in una pentola pulita. Rimettete il brodo sul fuoco, aggiungete le patate e la carota. Portate a ebollizione. Abbassate il fuoco e lasciate che il tutto si cucini lentamente, per altri 25 minuti, fino a che i vegetali raggiungano una consistenza morbida.

Passate ancora una volta il brodo e travasatelo su una pentola pulita, rimuovete tutti gli ingredienti, a eccezione delle patate e delle carote. Aggiungete i filetti di pesce e lasciateli cucinare a fuoco medio-basso finché non è pronto (per circa 5 minuti). Questa ricetta comprende in particolare il salmone, ma può essere utilizzato qualsiasi tipo di pesce di acqua dolce. Assaggiate e aggiungete il sale. Aggiungete la foglia di alloro e il pepe. Infine aggiungete la vodka qualche minuto prima di spegnere il fuoco.

Tagliate le carote a dadini, servite il brodo aggiungendo su ogni piatto alcuni pezzettini di carote e patate.

Priatnogo appetita!

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie