MH17, l'immagine della discordia

(Foto: Reuters)

(Foto: Reuters)

Canale Uno, l’emittente televisiva con i maggiori ascolti in Russia trasmette un’immagine da satellite dell’ ‘attacco’ al Boeing MH17. E i giornalisti e i blogger russi accusato la tv di averla manipolata

Canale Uno, l’emittente televisiva più importante in Russia in termini di ascolti, ha mandato in onda un’immagine, ripresa da un satellite, che mostra il presunto attacco di un caccia al Boeing 777 delle Malaysia Airlines, precipitato il 17 luglio nella regione Ucraina di Donetsk. L’immagine è stata mostrata durante il programma “Odnako” di Mikhail Leontyev venerdì 14 novembre. Il presentatore Mikhail Leontyev ha detto che Canale Uno ha ricevuto il fotogramma dall’Associazione russa degli ingegneri che a sua volta l’aveva ricevuta da un certo George Bilt. Quest’ultimo si è presentato come laureato all’Mit ed esperto da oltre 20 anni nel settore dell’aviazione. Secondo il presentatore di Canale Uno, l’immagine deve essere stata scattata da un satellite spia straniero.

L'immagine satellitare mostrata da Canale Uno

“Il Boeing è stato abbattuto da un caccia che lo stava inseguendo. All’inizio l’equipaggio è stato preso di mira a colpi di arma da fuoco e in seguito la cabina piloti è stata colpita da un missile aria-aria. Subito dopo il motore e l’ala di destra sono stati centrati da un missile a ricerca di calore” ha detto Bilt nella sua lettera inviata all’Associazione russa degli ingegneri. Il primo vicepresidente dell’Associazione, Ivan Andriyevsky, ha detto durante il programma televisivo che la fotografia è stata verificata senza che sia emerso nulla in grado di suggerire che possa trattarsi di un falso. “Abbiamo visto un’immagine scattata da satellite da un’orbita non molto alta. Di solito le immagini come queste sono riprese da strumentazioni generiche per la ricognizione aerea e del suolo. A giudicare dalle coordinate che risultano sull’immagine, possiamo dedurre che sia stata scattata da un satellite statunitense o britannico” ha detto.

I media russi e la blogosfera

Nel frattempo, parlando al quotidiano “Moskovsky Komsomolets”, il direttore dell’agenzia per l’analisi e la consulenza della Sicurezza dei voli, Sergei Melnichenko, ha messo in dubbio la veridicità dell’immagine. Sulla fotografia compare stampata l’ora presunta alla quale è stata scattata (1:19:47 UTC, Coordinated Universal Time, il Tempo coordinato universale), identico al Tempo del meridiano di Greenwich, mentre il Boeing, secondo gli accertamenti preliminari, è stato abbattuto alle 13:19, ossia 12 ore prima di quando sarebbe stata scattata la fotografia. “L’ora che compare stampata sulla fotografia è chiara e indica che è un’ora UTC, ovvero l’ora del Tempo coordinato universale, normalmente utilizzato in aviazione. Non è previsto che compaia l’indicazione Ante Meridiem o Post Meridiem per evitare confusione” ha aggiunto Melnichenko, che ha specificato che al momento dello scatto della foto in Ucraina era notte.

Poi la richiesta di chiarimenti al responsabile dello staff dell’Associazione russa degli ingegneri, Vladimir Saluyanov. “Abbiamo ricevuto questa immagine da un esperto russo e ciò è quanto riportiamo. È alquanto possibile che l’ora che compare stampata sulla foto sia in formato 12 ore, come è consuetudine in Occidente” ha detto Saluyanov, che ha aggiunto che l’immagine non ha potuto essere verificata da quando l’Associazione russa degli ingegneri l’ha ricevuta per posta. “Voi parlate di aviazione (o di un esperto dell’aviazione), mentre questa è un’immagine spaziale. Perché l’ora dello scatto compare in questo formato? Questa domanda dovrebbe essere rivolta alle persone che hanno preparato l’attrezzatura necessaria a scattare questa fotografia” ha aggiunto. Saluyanov ha proseguito suggerendo che potrebbe trattarsi di un errore tecnico, e che per il moemtno “non è possibile escludere nulla”.

Da parte sua “Slon.ru”, un giornale online, dopo aver effettuato una ricerca immagini su Google, fa notare che la fotografia in questione è apparsa online molto prima che l’Associazione russa degli ingegneri la ricevesse per posta elettronica. La medesima fotografia, ma di migliore qualità, è apparsa a metà ottobre 2014 nel forum del sito web Controllo pubblico delle autorità (http://obkon.ucoz.com/_fr/14/0162309.jpg). Secondo altri articoli, l’immagine sarebbe apparsa su internet ancora prima, nel luglio 2014.

La reazione delle Nazioni Unite

Farhan Haq, il vice-portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite, ha riferito ai giornalisti di non sapere se la Russia abbia o meno fatto avere la fotografia all’Onu. “Dovrò controllare quando è stata consegnata al Segretario Generale questa immagine. Lo scoprirò sicuramente dalla delegazione russa, che come sapete al momento è via” ha detto Haq e le sue parole sono state rese note dall’agenzia di stampa Tass. Haq ha anche invitato le parti in causa nel conflitto in Ucraina orientale a consentire agli esperti internazionali di avere un accesso senza restrizione alcuna al sito dello schianto del Boeing. “Continuiamo a sollecitare le parti affinché permettano un accesso incondizionato al sito dello schianto, così che l’inchiesta possa proseguire senza ostacoli. Lo stiamo ripetendo già da molti mesi e continueremo a dirlo” ha detto Haq. Il Boeing 777 delle Malysia Airlines in volo da Amsterdam a Kuala Lumpur si è schiantato al suolo il 17 luglio 2014 in un settore della regione ucraina di Donetsk posto sotto il controllo dei separatisti. Nello schianto hanno perso la vita tutte le 298 persone presenti a bordo.

Articolo redatto sulla base di articoli pubblicati da: Moskovsky Komsomolets Slon.ru e Dozhd

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta