"Così ho mollato tutto e sono andata a vivere nella taiga"

“Quando si decide di sposare un uomo che viaggia spesso, si è consapevoli che poi ci si vedrà solo poche volte all’anno. Si aspetta il ritorno del proprio amato e il tempo scorre lento. Ma noi abbiamo deciso di risolvere questo problema in maniera molto semplice: partiamo all’avventura insieme", racconta Elena nel suo blog, Taiga Woman

“Quando si decide di sposare un uomo che viaggia spesso, si è consapevoli che poi ci si vedrà solo poche volte all’anno. Si aspetta il ritorno del proprio amato e il tempo scorre lento. Ma noi abbiamo deciso di risolvere questo problema in maniera molto semplice: partiamo all’avventura insieme", racconta Elena nel suo blog, Taiga Woman

Elena Besedina
Per seguire il marito, grande viaggiatore, Elena ha abbandonato la vita di città e si è trasferita con tutta la famiglia a vivere in mezzo alla natura più selvaggia. Ecco come
Elena Besedina è un’artista itinerante e fotografa siberiana. Vive in una piccola casa in legno nella taiga della Yakutia, a 4.800 chilometri da Mosca. Prima di conoscere il suo futuro marito, grande viaggiatore, viveva e lavorava a Chelyabinsk, negli Urali. Non molto tempo dopo essersi conosciuti la coppia ha deciso di abbandonare la vita di città per iniziare una nuova vita nomade
“Anche io mi sposto con le renne - racconta Elena -. All’inizio cadevo spesso, ma poi mi sono abituata”
A parte questo, vivere in Yakutia è come vivere all’interno di una favola: i ragazzi vanno a scuola in sella a delle renne
I bambini crescono in mezzo alla natura e vivono un’infanzia incredibile. I loro amici sono le renne e si possono muovere liberamente esplorando lo spazio circostante
La loro avventura è iniziata tre anni fa in Siberia, più precisamente nel territorio di Krasnoyarsk, a 2.000 chilometri a est di Mosca. La tappa successiva è stata la Yakutia, dove la famiglia ha vissuto nella tundra in mezzo alle renne. Da lì Elena insieme al marito è partita alla volta di incredibili viaggi, salendo a bordo di aerei, attraversando migliaia di chilometri tra fiumi e strade sterrate
Qui gli inverni sono lunghi e le temperature raggiungono livelli insopportabili
In tre settimane il marito di Elena, Akbure, ha costruito in mezzo al bosco una casa in legno per tutta la famiglia
“Tutti i giorni vado alla ricerca di pesce, quando il sole è ancora alto”
“Le nostre cene, i pranzi e le colazioni sono composti esclusivamente da cibo sano e naturale”, racconta Elena
Non è sempre tutto facile, ammette Elena. Ovviamente non è come andare a far un picnic. “Siamo riusciti a ottenere internet collegandoci via satellite e dei pannelli solari. Sono sicura che ce la faremo ovunque e in qualsiasi condizione. Ci faremo forza nei momenti più difficili ma saremo più felici che mai. Diventeremo più forti e più indipendenti e andremo ancora più lontano”
La Yakutia è una terra piena di leggende selvagge, come quella che riguarda la catena montuosa di Sarykchan. La gente del posto è convinta che, se si concepisce un bambino qui, egli diventerà un supereroe. Si tratta comunque di un luogo estremo, con inverni incredibilmente rigidi ed estati con piogge incessanti