Quel museo nelle acque del Mar Nero

Nel fondo del Mar Nero, non lontano dalle coste della Crimea, si trova un curioso museo subacqueo

Nel fondo del Mar Nero, non lontano dalle coste della Crimea, si trova un curioso museo subacqueo

MAXIM ZMEYEV / Reuters
Non lontano dalle coste della Crimea, a decine di metri di profondità, “riposano” busti di statue dedicati ai leader sovietici e agli esponenti del mondo culturale di un tempo: una vera e propria esposizione subacquea, creata da un sommozzatore per salvare dallo smantellamento i monumenti sovietici dopo il crollo dell’Urss
A diversi metri di profondità si incontrano mezzi busti di statue, ormai ricoperti da alghe e pesci
Fra questi ci sono parecchi monumenti dedicati a famosi politici del periodo comunista o a esponenti del mondo culturale dell’epoca
Nel 1992 un sommozzatore del posto, Vladimir Borumenskij, collocò i primi monumenti alti 12-15 metri sul fondo del mare: erano quasi tutti dedicati a leader sovietici. Nella foto, il cosmonauta Yurij Gagarin
Ciò avvenne quando crollò l’Unione Sovietica e iniziò un’operazione di smantellamento di molti monumenti dei leader dell’epoca. Nella foto, il poeta Sergej Esenin
Così il sommozzatore Vladimir Borumenskij assunse l’impegno di recuperare le statue per portarle sul fondo del Mar Nero: fu così che nacque l’idea di creare un mondo sottomarino. Nella foto, Feliks Dzerzhinskij, fondatore della Cheka, la polizia segreta sovietica
Il museo subacqueo organizza anche delle esposizioni. Tuttavia non capita spesso di incontrare turisti tra i monumenti e i pesci. Nella foto, Vladimir Lenin
Una statua dello zar Nicola II