L’avanguardia russa sul corpo

I capolavori degli artisti dell’avanguardia russa hanno ispirato diverse case di moda come Prada, Valentino, Loewe, Marni, Celine, Diana von Furstenberg e anche il marchio russo Walk of Shame // J. W. Anderson, collezione Cruise 2016; Olga Rosanova, Composizione astratta, 1916

I capolavori degli artisti dell’avanguardia russa hanno ispirato diverse case di moda come Prada, Valentino, Loewe, Marni, Celine, Diana von Furstenberg e anche il marchio russo Walk of Shame // J. W. Anderson, collezione Cruise 2016; Olga Rosanova, Composizione astratta, 1916

Ksenia Isaeva
Molti stilisti, fra i quali anche Prada e Valentino, hanno realizzato collezioni di moda ispirate ai grandi lavori dell’arte avanguardista del secolo scorso, riproponendo sulle stoffe ciò che i pittori raffiguravano sulle proprie tele. Una mostra a Mosca racconta il legame tra queste due straordinarie forme di arte
Il Museo ebraico e Centro di tolleranza di Mosca presenta la mostra “Time Effect: the Influence of the Russian Avant-Garde on Modern Fashion” (L’effetto del tempo: l’influenza dell’avanguardia russa sulla moda moderna) // Valentino, collezione Primavera-Estate 2016; Lubov Popova, Painterly Architectonic, 1917
Un secolo di storia divide questa forma d’arte dalla moda contemporanea, ma i motivi avanguardisti utilizzati per questi look sembrano del tutto moderni // Tata Naka, collezione Primavera-Estate 2016; Ksenia Ender, Dinamiche delle Sfere Geometriche, 1918
L’esposizione comprende oltre 100 lavori, dagli abiti di famosi stilisti ai quadri, dai lavori grafici alle porcellane, fino ad altri importanti pezzi realizzati da artisti dell’avanguardia russa e provenienti da diversi musei e collezioni private // Prada, collezione Primavera-Estate 2014; Aristarkh Lentulov, Ritratto di due ragazze, 1911
A partire dagli anni Sessanta, gli stilisti sono stati colpiti dalla semplicità grafica dell’avanguardia. Hanno quindi iniziato ad adottare le misure geometriche e astratte del movimento, i disegni in due dimensioni, le prospettive multiple // Walk of Shame, collezione Autunno-Inverno 2016-2017; Ilya Chashnik, Abbozzo Decorativo, 1920
L’esposizione racconta il riflesso dell’arte sui lavori delle principali case di moda che utilizzano i colori e gli stili dell’avanguardia russa, oltre alle decorazioni e ai dettagli tanto cari agli artisti russi di quel periodo // Chloe, collezione Autunno-Inverno 2015-2016; Aristarkh Lentulov, Ritratto di M. P. Lentulova con le rose, 1913
Nel corso della storia, l’arte figurativa è servita come strumento per studiare la storia dei costumi. L’eredità della pittura, dell’arte grafica e della fotografia mostrano l’evoluzione dei costumi in epoche diverse // Loewe, collezione Primavera-Estate, 2016; Lubov Popova, Painterly Architectonic, 1916 – 1917
La mostra resterà aperta fino al 4 settembre 2016 al Museo ebraico e Centro di tolleranza di Mosca (via Obraztsova, 11/1A) // Junya Watanabe, collezione Primavera-Estate 2015; Lubov Popova, Painterly Architectonic, 1918Scopri di più: Tracce d’avanguardia a Napoli