In metro come a teatro

Personaggi che sembrano usciti da un libro di Gogol o Dostoevskij. Maschere dai tratti bizzarri e carnevaleschi. Guardatevi attorno: nella metropolitana di Mosca si incontrano passeggeri veramente curiosi. L’account Instagram Mosco_Metro_Fashion ha raccolto le foto più divertenti

La metro di Mosca nasconde un intero universo: personaggi gogoliani, signore dagli abiti bizzarri, maschere carnevalesche e facce che sembrano uscite da un romanzo di Dostoevskij. Se vi capita di scendere nelle viscere della capitale russa e salire a bordo di un treno, alzate gli occhi dal vostro smartphone e guardatevi intorno: potreste essere seduti vicino allo Zar o a Catwoman

 

Фото опубликовано @vod.anna

Oltre a essere una delle sotterranee più grandi e belle al mondo, la metropolitana di Mosca ospita spesso personaggi curiosi e bizzarri, che sicuramente non si confondono con la massa

 

Фото опубликовано @vod.anna

Distogliete gli occhi dal vostro smartphone o dal libro che state leggendo e guardatevi attorno: potreste ritrovarvi circondati da personaggi stravaganti, che sembrano uscire direttamente da un film di fantascienza

 

Фото опубликовано @vod.anna

Magari non avranno uno stile all’ultima moda, ma sicuramente non passeranno inosservati

 

Фото опубликовано @vod.anna

C’è chi non sa cosa sia la sobrietà...

...e chi invece cerca di non farsi riconoscere

 

Фото опубликовано @vod.anna

Talvolta si ha l’impressione di essere seduti vicino a un fantasioso personaggio uscito dalle pagine di “Delitto e Castigo

 

Фото опубликовано @vod.anna

Il ritmo frenetico di Mosca, poi, costringe qualcuno a fare la propria pausa pranzo in metro... sicuramente non il posto più comodo del mondo per godersi un pasto caldo in pace

 

Фото опубликовано @vod.anna

Lo sguardo di Catwoman potrebbe spaventare gli altri passeggeri. Sarà per questo che il vagone è mezzo vuoto?

 

Фото опубликовано @vod.anna

Non distraetevi: potreste scendere alla fermata successiva e ritrovarvi davanti allo zar e a un’intera combriccola di boiardi

 

Фото опубликовано @vod.anna

E c’è chi si concede una “siesta” alternativa

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta