David Bowie e quel viaggio straordinario in Transiberiana

Negli anni Settanta il camaleonte del rock, morto all’età di 69 anni, attraversò l’Urss in treno. Da Mosca a Vladivostok

David Bowie, il camaleonte del rock, è morto dopo 18 mesi di battaglia contro il cancro. Aveva compiuto 69 anni l’8 gennaio, giorno dell’uscita del suo ultimo album, “Blackstar”, che resterà di fatto il suo testamento. Negli anni Settanta David Bowie aveva intrapreso un viaggio in Unione Sovietica, documentato da alcune foto entrate a far parte della storia
La scomparsa del Duca Bianco è stata annunciata sulla pagina Facebook del musicista, e la notizia è stata confermata dal figlio dell’artista // Una foto scattata all’interno di un treno russo. Nel 1973, la rockstar aveva infatti intrapreso un viaggio in Transiberiana da Mosca a Vladivostok
Inizialmente la notizia del viaggio di Bowie a Vladivostok sembrava troppo fantasiosa per essere vera, dato che la città è rimasta chiusa agli stranieri fino al 1992. Tuttavia, Ruslan Vakulik, giornalista di Vladivostok, ha trovato diverse conferme a queste voci, tra cui una testimonianza del reporter Robert Musel, che aveva accompagnato Bowie in quel suo viaggio nell’Urss, e le lettere spedite a Cherry Vanilla, la sua addetta stampa
Da questi documenti risulta che il cantante effettivamente attraversò in treno la Russia nella primavera del 1973. In una sua lettera, Bowie aveva scritto: “La Siberia mi ha molto colpito. Per giorni e giorni abbiamo viaggiato in mezzo a foreste maestose, tra fiumi e vaste distese. Non avrei immaginato che al mondo esistessero ancora luoghi così integralmente pieni di una natura incontaminata”
Si dice che David Bowie soffrisse di aerofobia e ciò spiegherebbe la sua scelta di viaggiare in nave e in treno. In ogni caso, non si sa con certezza in quale località esatta salì a bordo del treno sulla linea Vladivostok-Mosca
Cantautore, polistrumentista, attore e compositore britannico, David Bowie è nato a Londra nel 1947 // In questa foto, un momento del suo viaggio in treno lungo l’Unione Sovietica

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie