Bellezze ad alta quota

In Russia si è svolta la seconda edizione del concorso dedicato alle assistenti di volo: in gara, quasi mille professioniste di quindici compagnie aeree

 

Il primo concorso di bellezza dedicato alle hostess russe si era svolto nel 2014. In quell’occasione parteciparono circa 500 ragazze di 15 compagnie aeree russe. La reginetta del concorso fu Dariya Kovshik di Aeroflot, che quest’anno ha ceduto lo scettro a un’altra elegante assistente di volo

Quest’anno le domande di partecipazione sono praticamente raddoppiate. Le ragazze hanno dovuto superare diverse fasi di selezione, durante le quali non hanno dovuto solamente fare sfoggio della propria bellezza, ma hanno dovuto dimostrare di essere pronte ad affrontare qualsiasi situazione di emergenza ad alta quota

 

Alla fase finale sono arrivate 26 ragazze. Per conquistare l’ultimo step, le giovani hanno dovuto superare anche una prova di inglese e dimostrare di conoscere la storia delle compagnie aeree russe e la geografia del Paese

 

La finale del concorso si è svolta a novembre 2015. Le frizzanti assistenti di volo si sono cimentate di prove danzanti e in dimostrazioni di assistenza ai viaggiatori

 

Le ragazze hanno quindi raccontato i momenti più interessanti del proprio lavoro. La vincitrice del concorso, Tatiyana Mets, della compagnia “Rossiya”, ha confessato che fin da piccola ha sempre nutrito un fascino particolare nei confronti della gente in uniforme. Ma mai avrebbe immaginato che da grande sarebbe diventata assistente di volo. “Dopo molti anni, quando già lavoravo per una banca, ho visto un annuncio in cui si cercavano hostess di volo - racconta -. Fu in quel momento che decisi di dare una svolta alla mia vita”

 

“Adoro il mio lavoro perché sono sempre in movimento - ha commentato Kristina Pobiyanskaya di Royal Flight -. Mi piacerebbe che la gente capisse che un assistente di volo non è un semplice cameriere, ma un vero e proprio professionista. E che si tratta di un lavoro molto duro. Garantire la sicurezza, un atterraggio comodo, aiutare la gente in caso di problemi, offrire assistenza medica... non sono cose che tutti sarebbero in grado di fare”

 

“Cerco sempre di trasmettere ottimismo e positività, anche sul lavoro - ha dichiarato Olga Volia, della compagnia S7 -. Questo atteggiamento aiuta me e i passeggeri che volano con me”

 

Olga Voloshina di UTair si esibisce dietro le quinte del concorso

 

Alesia Kuzina della compagnia S7 sul palco insieme alla figlia
 

 

Alesia Kuzina, a sinistra, è stata la vincitrice nella categoria “Aviazione civile”. Nella categoria “Aviazione commerciale” invece ha trionfato Anastasia Babushkinaya, di compagnie aeree private

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta