Alla scoperta del Chuysky Trakt

È considerato uno dei viaggi on the road più belli del Pianeta. Una strada che parte da Novosibirsk e arriva quasi al confine con la Mongolia

“Non serve uscire dal Chuysky Trakt per vedere la bella natura siberiana”

L’anno scorso la rivista National Geographic Traveler ha inserito il Chuysky Trakt nella lista dei dieci viaggi on the road più belli da fare. “Attraversare il Chuysky Trakt - hanno scritto nella rivista -, è come viaggiare per tutta la Russia”
Rbth ha chiesto alla giornalista Diana Serebrennikova di condividere le sue emozioni dopo questo viaggio on the road
“Abbiamo percorso quasi 1.500 chilometri in tre giorni. Durante il nostro breve viaggio abbiamo ammirato montagne di forme diverse, colline e foreste sconfinate. Siamo andati a cavallo nelle Montagne Sarlyk, abbiamo camminato attraverso le Caverne Tavdinskie e abbiamo bevuto tanto tè dell’Altaj”
“Il Chuysky Trakt è una strada antica che collega la Russia alla Cina e nello stesso tempo è un’autostrada molto moderna di 630 chilometri di lunghezza”
“Non abbiamo avuto nessun problema con l’alloggio durante il viaggio. Abbiamo trovato una famiglia che abitava a Novosibirsk: ci hanno ospitato per una notte, avevano veramente una bella casa”
“Fuori dal finestrino si intravedevano paesaggi mozzafiato: cime innevate, ampi fiumi, colline verdi”
Il Chuysky Trakt è lungo circa mille chilometri. Inizia a Novosibirsk (2.812 chilometri da Mosca) e si estende lungo la Repubblica dell’Altaj verso la frontiera con la Mongolia
“Come mi è capitato di arrviare qui? Viaggiavo dalla città di Krasnoyarsk a Novosibirsk in ferrovia, poi in macchina. Lungo il Chuysky Trakt abbiamo visitato le Caverne Tavdinskie, il Passo Seminskyi, la collina Karakolskaya e i fiumi Chui e Katuni”
 “Sulle coste del fiume Katuni ci sono diversi alberghi accoglienti e si possono prenotare tour a cavallo nei laghi vicini. L’equitazione è una esperienza fantastica”

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie