L’accendino diventa un coltello: invenzioni da carcerati

In un Centro di detenzione di Ekaterinburg sono stati esposti in una mostra gli oggetti più curiosi realizzati dai detenuti

Gli articoli presenti in questa lista fanno parte di una serie di cose sequestrate ai prigionieri del Centro di detenzione di Ekaterinburg. Oggetti bizzarri, curiosi, esposti adesso nel museo allestito nel centro penitenziario. Gli unici visitatori della mostra, ovviamente, sono i detenuti // Coltello realizzato con un righello
Biglietto trovato in una sigaretta: “Ciao Guera, sono ammalato così ho chiesto alla mamma di andare a comprarti qualcosa. Aspettiamo la decisione del tribunale e continuiamo a scrivere reclami. Tienimi aggiornato”
Corda di sei metri realizzata con una giacca, utilizzata dai prigionieri per scappare dal terzo piano del carcere
Nunchaku casereccio (il nunchaku è un'arma tradizionale, di tipo contundente, diffusa in alcuni paesi dell'Asia orientale, costituita da due corti bastoni uniti mediante una breve catena o corda)
Arma improvvisata realizzata con barre di rinforzo
Rosario per pregare
Giubbotto antiproiettile, realizzato con borse e zaini da viaggio. Pesa 26 chili
Coltello realizzato con un accendino
Coltello realizzato con una penna
Macchina per tatuare, realizzata con un rasoio

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie