Expo, viaggio nel padiglione russo

Sono trascorsi venti giorni dall'inaugurazione dell'Expo, l'Esposizione universale di Milano, alla quale la Russia partecipa con uno dei padiglioni più belli e suggestivi
Realizzato dall'architetto Sergei Tchoban, il padiglione della Federazione rispecchia "i tratti più tipici della nazionalità russa"
L'edificio in legno e vetro a forma di parallelepipedo si sviluppa su un'area di 3.200 metri quadrati
Una tettoia di circa 30 metri sopra l'entrata sale verso l'alto come una gigantesca onda
La facciata principale del padiglione sarà rivestita con acciaio inossidabile, tanto da trasformarla in un enorme specchio
Sul tetto del padiglione è stato allestito un giardino pensile con un bar e zone di relax
Durante i primi venti giorni di manifestazione, il padiglione ha ospitato master class, proiezioni di film, mostre e degustazioni
Gli ospiti hanno avuto la possibilità di scoprire e assaggiare i piatti tipici della tradizione russa, come i bliny e il borsh
Al secondo piano del padiglione si può ammirare la mostra "Russia. Pane. Sale", allestita dal museo del design di Mosca
I visitatori possono salire sul tetto del padiglione e guardare dal punto più alto tutta l'esposizione
L'Expo vanta 54 padiglioni e, secondo alcune stime, si attende la presenza di almeno 12 milioni di visitatori dall'Italia e da altri paesi UE