La Russia via Instagram: a Izborsk, tra guerrieri e gattini

: Atsirlin via Wikimedia Commons
Visitiamo il Paese grazie alle foto su Instagram. Partiamo dal confine con l’Estonia, da quello che fu un avamposto difensivo e oggi è un placido villaggio russo

È giunto il momento di visitare Izborsk (o la Vecchia Izborsk, come dice la gente del luogo), 750 chilometri a nord-ovest di Mosca, vicino al confine russo-estone. Una volta era una città vivace sulla prima linea di difesa della frontiera nordoccidentale, ripetutamente assediata dai Cavalieri portaspada e da altri audaci invasori, che non ebbero mai successo sul campo di battaglia.

Ora è un villaggio, non certo una città, e difficilmente si può immaginare un posto più tranquillo o pittoresco.

Dintorni

Fonte: @lottusik via InstagramFonte: @lottusik via Instagram

Il cuore della città antica era la fortezza di Izborsk, ora la principale attrazione turistica del villaggio. Questa robusta fortificazione risale al XIV secolo, ed è costruita vicino al sito di una precedente fortezza. Ancora oggi, le sei torri rimaste in piedi sono la prova del potere difensivo della struttura.

Fonte: @soldatova_anna via InstagramFonte: @soldatova_anna via Instagram

Ecco come il villaggio appariva un secolo fa. Ora le case accuratamente restaurate segnano l’inizio della zona turistica di Izborsk. Guardate la pavimentazione: è quella originale, restaurata.

Fonte: @andre_zlatocvet via InstagramFonte: @andre_zlatocvet via Instagram

Questo spettacolo della natura si chiama Slovenskije kljuchi. Fin dall’antichità, queste sorgenti hanno avuto un significato sacro, essendo state un luogo di culto pagano e poi avendo ricevuto il nome di Sorgenti dei Dodici Apostoli dopo l’avvento del cristianesimo.

Fonte: @fuls_photo via InstagramFonte: @fuls_photo via Instagram

Le acque delle Sorgenti Slovenskije vanno verso il lago Gorodishchenskoje, habitat per anatre e leggiadri cigni. Un’antica leggenda vuole che questi cigni non abbiano mai lasciato il lago e si dice che, finché resteranno, Izborsk non cadrà. Dal momento che sia i cigni che il villaggio (e la fortezza) sono al loro posto, la leggenda è sicuramente vera!

Fonte: @poisson_d_avril via InstagramFonte: @poisson_d_avril via Instagram

Questa piccola cappella fu fondata non lontano da Izborsk e intitolata dell’Icona Derzhavnaja della Madre di Dio. Anche se sembra antica come qualsiasi altra chiesa di Izborsk, risale al 2012. La vicina croce Poklonnyi commemora tutte le vittorie dell’esercito russo e tutti i militi russi caduti. Il suo basamento (chiamato la Santa Collina dell’Unità e della Gloria della Russia) è formata da terra raccolta in tutti i luoghi di battaglia della gloria militare russa.

Fonte: @kolpigina via InstagramFonte: @kolpigina via Instagram

E quando le battaglie sono vinte e le armi tacciono, ecco come appare la zona di Izborsk. Un perfetto insieme di bellezza e tranquillità. Il tempo sembra smettere di scorrere qui, e la calma pervade l’anima.

Fonte: @margo_ivanovaaaa via InstagramFonte: @margo_ivanovaaaa via Instagram

Ma avreste mai immaginato che questa terra ospitasse… struzzi? Sì. E non solo potete avvicinarli (attenzione: beccano), ma anche provare le uova di struzzo fritte! Beh, probabilmente un solo uovo, viste le sue dimensioni.

Fonte: @tiapkinandrei via InstagramFonte: @tiapkinandrei via Instagram

Il modo più economico per trascorrere il vostro tempo a Izborsk? Portare una tenda! Ma tenete conto del clima: la regione nordoccidentale della Russia non è rinomata per il suo clima mite.

Fonte: @nw_wind via InstagramFonte: @nw_wind via Instagram

Anche se Izborsk e i suoi dintorni sono tra i luoghi più tranquilli del mondo, c’è ancora spazio per una corsa adrenalinica! La natura spettacolare gioca la sua parte.

Fonte: @deinochka via InstagramFonte: @deinochka via Instagram

È così che la tipica dea del focolare dell’antica Izborsk usava trascorrere il suo tempo nei giorni andati: alla stufa. Naturalmente, questo succedeva solo quando tutti i doveri di casa erano stati fatti, cioè praticamente mai.

Fonte: @mr.lawey via InstagramFonte: @mr.lawey via Instagram

Non temete, questi ragazzi sono nostri contemporanei. Ma quale potrebbe essere il posto migliore di un’antica fortezza per riportare il passato alla vita? Izborsk ospita ogni anno alcuni festival in costume: una grande opportunità di immaginare com’era la vita nell’antichità.

Fonte: @ian.vasilev via InstagramFonte: @ian.vasilev via Instagram

Serve un passaggio? :) Chiaramente, non ne avrete bisogno qui a Izborsk: le città antiche, anche quelle più possenti, non sono molto grandi per gli standard moderni. Tutto è facilmente raggiungibile a piedi.

Primi piani

Fonte: @skalka_ via InstagramFonte: @skalka_ via Instagram

Questo è sicuramente il lato più carino e probabilmente più sorprendente di Izborsk: è una città che ama i gatti! I felini possono essere avvistati ovunque (questo è proprio sulla fortezza), e sono belli e ben nutriti. E non hanno paura degli esseri umani! Rispettateli.

Fonte: @kelmberg via InstagramFonte: @kelmberg via Instagram

Un antico particolare di un’antica città antica: queste lanterne erano in uso decenni fa, ma sembrano adattarsi perfettamente a queste case.

Fonte: @molibobr via InstagramFonte: @molibobr via Instagram

La marcia avanzata del progresso. Piaccia o no la rivoluzione tecnologica è apparentemente inarrestabile.

Fonte: @rusulsk via InstagramFonte: @rusulsk via Instagram

Ancora una parte dell’eredità del passato: questa croce prende il nome da Truvor, un leggendario Variago (popolazioni norrene che migrarono dalla penisola scandinava verso sud-est), fratello di Rurik, che nominò Truvor principe di Izborsk. Vero o no, Truvor è un personaggio al centro di molte leggende e racconti narrati ai turisti, anche se questa particolare croce potrebbe non avere niente a che fare con lui: risale al XIV-XV secolo, mentre il leggendario principe morì nell’864, secondo gli annali.

Fonte: @irina.gvozdeva1 via InstagramFonte: @irina.gvozdeva1 via Instagram

Niente di straordinario, solo vasi d’argilla che decorano una palizzata. Beh, ok, potrebbe essere un buon modo per farli asciugare, ma hanno anche valore ornamentale!

Fonte: @kuzianl via InstagramFonte: @kuzianl via Instagram

Guardate come sono spesse le pareti della fortezza È facile immaginare come fosse la vita qui sia in tempo di guerra che di pace. Ma perché non venite a vedere questo posto con i vostri occhi?

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale