Eataly a Mosca porta la cucina italiana a tavola

Eataly occupa una superficie di 7.500 metri quadri e mette a disposizione più di 900 coperti. Qui si possono trovare i prodotti di eccellenza del Made in Italy: dalla pasta all’olio extra vergine, dal pane ai salumi, passando per i formaggi, la frutta e la verdura

Eataly occupa una superficie di 7.500 metri quadri e mette a disposizione più di 900 coperti. Qui si possono trovare i prodotti di eccellenza del Made in Italy: dalla pasta all’olio extra vergine, dal pane ai salumi, passando per i formaggi, la frutta e la verdura

Nigina Beroeva
Inaugurato il primo polo gastronomico di tutta la Russia. Nella nostra fotogallery, i locali dove i russi potranno assaggiare i veri prodotti Made in Italy
Dopo anni di rinvii, oggi a Mosca è stato inaugurato il primo punto Eataly di tutta la Russia
Il polo gastronomico di Oscar Farinetti è stato aperto al quarto piano del nuovo centro commerciale Kievskij, situato vicino all’omonima stazione della metropolitana, a pochi chilometri dalla Piazza Rossa
Le sanzioni e le controsanzioni hanno pesantemente rallentano l’apertura del negozio. L’embargo russo sulle importazioni di prodotti agroalimentari dall’Europa, e quindi anche dall’Italia, ha colpito oltre 50 categorie di prodotti, tra cui formaggi e salumi
È per questo che i formaggi presenti nel banco frigo sono quasi tutti prodotti in loco con latte russo. Il latte russo, spiegano gli addetti ai lavori, è molto più grasso di quello italiano e consente di realizzare formaggi a pasta molle ancora più gustosi. Grandi assenti sono ovviamente il Parmigiano Reggiano e il prosciutto San Daniele
Il primo Eataly è stato inaugurato nel 2007 a Torino con l’idea di promuovere i concetti di sostenibilità, responsabilità e condivisione a tavola
A Mosca il locale è stato inaugurato insieme al partner russo Yurij Tetra
Il nome di Eataly nasce dalla fusione di due parole: Eat, cioè “mangiare” in inglese, e Italy, Italia
Oltre ai prodotti alimentari, Eataly organizza anche incontri, seminari, corsi di formazione per bambini e pensionati
I corsi e i seminari sono tenuti da grandi esperti del settore e consulenti di slow food che propongono percorsi tematici legati alla cultura del cibo, alle tradizioni enogastronomiche del Belpaese e alle eccellenze regionali del territorio
“Mosca è per noi un mito – ha detto Oscar Farinetti durante la presentazione del locale alla stampa -. È la capitale di una grande nazione con cui abbiamo sempre avuto buone relazioni"
“Per quanto riguarda i prodotti freschi abbiamo importato tutto ciò che si poteva importare – ha spiegato Farinetti -, per il resto ci siamo organizzati con produzioni in loco”
Nel caseificio locale, gestito dal casaro Giacomo Gasperini, verranno lavorate circa due tonnellate di formaggi al giorno
Fra i formaggi realizzati in loco si contano mozzarelle, stracchino, burrata e semi-stagionati. I clienti possono poi assaggiare la vera pizza italiana, cotta in forno a legna