Morto ambasciatore russo all'Onu Churkin

Vitalij Churkin.

Vitalij Churkin.

: AP
Ha perso la vita a New York probabilmente per un arresto cardiaco. Avrebbe compiuto domani 65 anni

È morto oggi a New York l’ambasciatore russo alle Nazioni Unite Vitalij Churkin. Lo riportano le agenzie russe. Churkin, scrive Ria Novosti, avrebbe compiuto domani 65 anni. Secondo le prime informazioni, la causa del decesso sarebbe un arresto cardiaco. Con una nota il Ministero russo degli Esteri ha espresso profondo dolore e cordoglio per la famiglia.

"Il ministero annuncia con profondo dolore che l’ambasciatore permanente della Russia presso le Nazioni Unite, Vitalij Churkin, è morto il 20 febbraio a New York, un giorno prima del suo 65mo compleanno", si legge nella nota.

Churkin ha iniziato la carriera diplomatica nel 1974 e nel 1992 è diventato viceministro degli Esteri della Federazione Russa. Negli anni Novanta ha ricoperto l’incarico di ambasciatore in Belgio, prima di trasferirsi in Canada. Dal 2006 ricopriva l’incarico di ambasciatore russo alle Nazioni Unite. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale