Musica: Ecco la playlist di Putin

Kira Lisitskaya (Foto: AP; studiogstock/freepik.com)
Da Mozart a Chajkovskij, dagli Abba a Vysotskij: abbiamo messo insieme i brani musicali preferiti di Vladimir Putin in un'unica playlist presidenziale

1 / Chajkovskij - “Concerto per pianoforte N. 1”; Mozart - “Sinfonia N. 40”

In più di un’occasione il presidente russo ha dichiarato apertamente il suo amore per la musica classica. In particolare, stravede per Pjotr Chajkovskij e per il suo Concerto per pianoforte N.1.

“Mi piacciono sia la musica contemporanea che la cosiddetta musica classica popolare. Ma preferisco la musica non troppo complessa, altrimenti ci vorrebbe un orecchio ben allenato. Per quanto riguarda le opere classiche tradizionali dei compositori più popolari del mondo, mi piace ascoltarle”, ha detto Putin in un'intervista al termine della sua conferenza stampa annuale nel 2018.

Tra i suoi compositori preferiti, Putin ha citato anche Schubert, Mozart, Liszt, Chopin, Beethoven e Brahms. 

2 / Mark Bernes  

È il 2010. L’occasione è un concerto di beneficenza a sostegno dei bambini malati di cancro, organizzato al Palazzo del Ghiaccio di San Pietroburgo. Tra i presenti ci sono Sharon Stone, Monica Bellucci, Mickey Rourke, Alain Delon, Ornella Muti e decine di altre star occidentali. Alcuni partecipanti si esibiscono in numeri di danza e altri cantano o recitano poesie del poeta russo Sergej Eesenin.

Verso la fine della serata, Putin sale sul palco (all'epoca era primo ministro) e inizia a suonare al pianoforte la melodia di una popolare canzone sovietica del compositore Veniamin Basner, con testo di Mikhail Matusovskij, tratta dal film “Щит и меч” (Lo scudo e la spada) del 1968. La canzone dice più o meno così: 

“Dove comincia la Patria?

Inizia con una foto nel tuo ABC

Con amici buoni e leali

che vivono nella porta accanto.

O forse inizia con una canzone che

mamma ci ha cantato.

Con cose che al di là delle disavventure affrontiamo

E non ci possono essere tolte”.

Oggi è una delle canzoni patriottiche più conosciute in Russia. Fin dall'epoca sovietica i bambini a scuola scrivevano temi sull’argomento “Dove comincia la patria?”, e il titolo della canzone è stato usato anche per concorsi di disegno e di canto, ed è servito persino come titolo di alcune serie televisive.

3 / Louis Armstrong - “Blueberry Hill”

Durante lo stesso evento citato sopra, Putin ha cantato anche un famoso tema di Louis Armstrong. Nonostante il suo marcato accento russo, si è meritato la standing ovation del pubblico. 

E durante un forum di donne, nel 2011, Putin ha confessato di essere un fan del jazz.

4 / Leonid Utyosov - “Московские окна” (Le finestre di Mosca)

In un’altra occasione, nel 2017, il presidente russo ha dimostrato la propria abilità al pianoforte nella residenza del presidente della Repubblica Popolare Cinese Xi Jinping, dove di sua spontanea iniziativa si è messo alla tastiera e ha suonato la melodia “Московские окна” (Le finestre di Mosca), la canzone più popolare di Leonid Utyosov.

"Vi ammiro di notte,

Vi auguro felicità, finestre...

Mi è stata cara per molti anni,

E non c'è niente di più luminoso

La luce inestinguibile delle finestre di Mosca"

Più tardi, il presidente ha confessato che il pianoforte non era stato accordato e che non si aspettava che il video fosse reso pubblico.

“Ma non è un problema. Non credo di avervi deluso”, ha detto Putin, così come scrive Lenta.ru.

5 / Abba - “Gimme! Gimme! Gimme!”

Nel 2009 il giornale The Guardian ha scritto che Vladimir Putin è un fan degli Abba; ma siccome il gruppo si è sciolto negli anni '80, una volta è stato organizzato un concerto segreto per lui tenuto dalla tribute band britannica, Björn Again.

Il giornale ha scritto che il gruppo ha suonato per Putin 15 canzoni degli Abba, tra le quali “Waterloo”, “Gimme! Gimme! Gimme!” e “Dancing Queen”.

All'epoca, l'addetto stampa del presidente, Dmitrij Peskov, aveva negato che Putin avesse partecipato a un concerto segreto; successivamente, nel 2018, Peskov ha detto che a Putin piacevano davvero “certe canzoni” degli Abba. “Gimme! Gimme! Gimme!” è senza dubbio tra queste.

6 / I Beatles - “Yesterday” e “Let It Be” 

Prima di salire sul palco per un concerto nella Piazza Rossa di Mosca, nel 2003, Paul McCartney incontrò Vladimir Putin al Cremlino; in quell’occasione eseguì personalmente “Let It Be” per il presidente, che non poteva partecipare al concerto.

Il presidente è rimasto estasiato e ha descritto l’interpretazione della canzone di McCartney come un “sorso di libertà”.

Nel 2009 Dmitrij Peskov ha anche fatto riferimento alla passione di Putin per i Beatles, dicendo che al presidente piacevano i “Beatles” ancor più degli “Abba”.

E nel maggio 2020 il quotidiano britannico Daily Express ha riferito che il presidente russo ama profondamente un altro tema del quartetto di Liverpool: “Yesterday”. E poiché è difficile scegliere tra queste due canzoni, entrambe possono entrare a pieno titolo nella playlist di Putin.

7 / Lyube - “Carry Me, River”

Nel 2002 la Russia ha scoperto che Putin è un grande fan di questo gruppo rock russo che negli ultimi 20 anni ha reso omaggio alla campagna russa, alle difficoltà della vita militare e addirittura al ponte di Crimea. Quell’anno il presidente russo ha assistito a uno dei concerti del gruppo a Sochi, invitando poi i membri del gruppo nella sua residenza. 

“Questi ragazzi cantano di noi, delle nostre vite, e lo fanno in modo accessibile e in una lingua che la gente può capire. Un grande ringraziamento a loro per questo”, aveva detto il capo di Stato in quell’occasione.

8 / Vladimir Vysotskij - “Диалог у телевизора” (Dialogo davanti alla tv)

Il presidente, nei suoi discorsi, ha ripetutamente citato le canzoni del noto cantautore sovietico. Tra i vari temi, ha ricordato “Честь шахматной короны” (L'onore della corona di scacchi), “Песенка о слухах” (Canzoncina sulle voce)  e “Диалог у телевизора” (Dialogo davanti alla tv), con la famosa citazione “Где деньги, Зин?” (Dov’è il denaro, Zina?).

Anche l'opinionista politico Gleb Pavlovskij ha scritto dell'amore del presidente per l'opera di Vysotskij

“Lui [Putin] ha un'affinità conscia o inconscia con Vysotskij. Vysotskij gli piace molto”, sostiene Pavlovskij.

Tutte le canzoni della playlist possono essere ascoltate su Spotify nel profilo di Russia Beyond

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie