Neve da record a Mosca: mai così tanta dal 1973! Lo spettacolo in foto

Sergej Savostyanov/TASS
Nei giorni scorsi i viali, i tetti e le auto sono stati letteralmente sommersi dai cumuli di neve. Disagi su strade e aeroporti

Nella notte fra l’11 e il 12 febbraio, Mosca è stata colpita da una grossa nevicata durata tre giorni. In totale sono scesi 59 cm di neve! Era dal 1973 che non cadeva una simile quantità di fiocchi bianchi! 

Al loro risveglio, i moscoviti hanno trovato le strade e le auto letteralmente coperte: al mattino, infatti, gli spazzaneve non avevano ancora fatto in tempo a pulire adeguatamente i viali.

Nel frattempo le autorità di Mosca hanno annunciato che ci sarebbero voluti otto giorni per una pulizia completa delle strade. 

In alcuni punti, i cumuli di neve hanno raggiunto dimensioni enormi, superando in altezza le persone! E laddove gli spazzaneve ripulivano i marciapiedi, nell’arco di cinque minuti la neve ricopriva nuovamente l’asfalto. 

Nei parchi giochi per bambini, anche le altalene sono sparite sotto i cumuli di neve! 

In alcuni punti della città, le finestre delle case sono state “tappate” quasi completamente. “Ho perso un’ora a ripulire i balconi… qui sono venuti 30 cm di neve!”, ha scritto una moscovita su Twitter.

In centro la situazione non si è rilevata migliore: i cumuli hanno raggiunto altezze spropositate! 

Sulle strade si sono formate code chilometriche, e molti guidatori sono stati costretti a lasciare la propria auto e proseguire a piedi. Il servizio di monitoraggio del traffico di Yandex ha segnalato il livello massimo di ingorghi (10 punti su una scala di 10).

Disagi anche negli aeroporti, dove si sono registrati molti voli cancellati o con ritardi.

Disagi a parte, difficile resistere a tanta bellezza!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie