Le abitudini russe adottate dagli stranieri

Museo Russo; Getty Images
Dal tè a tutte le ore alla kasha a colazione: chi vive a stretto contatto coi russi finisce per adottare le loro abitudini… Quali sono?

Chi ha molti amici stranieri spesso nota che il proprio comportamento o modo di fare cambia a seconda delle abitudini altrui. Cosa succede quindi a chi è a stretto contatto con i russi? Lo abbiamo chiesto ai nostri lettori stranieri, che ci hanno raccontato quali abitudini hanno assorbito dai russi. Alcune sono davvero sorprendenti! 

“Fai come fossi a casa tua”

“Ho viaggiato molto, ma non ho mai trovato persone più ospitali e accoglienti dei russi - scrive l’utente hoofdrus -. Ma è bene conoscere le loro usanze quando ci si reca a trovare qualcuno”.

Portare in dono un fiore quando si fa visita a qualcuno è un dettaglio da non trascurare. I russi infatti interpretano come un gesto di scortesia arrivare a mani vuote: sarà sufficiente una confezione di cioccolatini o una scatola di tè per essere sicuri di rispettare il galateo locale. 

Alcuni lettori dicono che è come ai vecchi tempi. “In Russia ho riscoperto le nostre antiche tradizioni, come aprire le porte alle signore, portare loro le borse, comprare fiori e cedere il passo entrando in un locale”, scrive Fred Labarre.

“Mi è piaciuto come vengono accolti gli ospiti in Russia. Adesso anch’io cerco di dimostrare la stessa ospitalità, preparando gli stessi piatti”, dice Ronald Lawton e mostra la sua tavola.

Il tè a tutte le ore

I russi adorano il tè con il limone, e possono berne in grandi quantità, più e più volte al giorno. Spesso lo accompagnano con qualcosa di dolce: un’usanza che a quanto pare ha preso piede anche fra alcuni lettori di Russia Beyond

“Ho iniziato a bere il tè con maggior frequenza da quando ho letto i libri di Dostoevskij - racconta Mina Zaroghika -. Nei suoi romanzi viene servito spesso”. 

Il grano saraceno a tavola

La grechka (grano saraceno) è molto diffusa nella cucina russa; viene preparata come il porridge o servita come contorno. 

“Adesso mangio regolarmente grano saraceno e borsch, bevo kvas e succo di betulla e talvolta Takrhun. Senza dimenticare la kasha a colazione”, racconta Jim Lh pubblicando queste foto.

“Anche io tutte le mattine mi preparo la grechka o la kasha  - aggiunge Gheorghe Bucur -. Bevo kvas, mangio aringa e aggiungo la senape su molti piatti. Grazie ai negozi russi di Bucarest posso acquistare buon cibo russo anche qui”. 

E in merito al bere, i nostri lettori ricordano che una bottiglia vuota non dovrebbe essere lasciata sulla tavola, ma appoggiata sul pavimento, come fanno i russi: “I miei vicini di casa erano russi e ho imparato che se apri una bottiglia di vodka, poi la devi finire!”, ricorda Michell Thompson Green.

Guardarsi allo specchio se si torna per un attimo a casa

Molte abitudini e tradizioni russe sono legate alla casa. Una delle più famose è quella di sedersi prima di partire per un viaggio, nella convinzione che porti fortuna. Un’altra usanza è quella di guardarsi allo specchio se si rientra a casa all’improvviso (ad esempio perché si è dimenticato qualcosa). “Se hai dimenticato qualcosa e devi tornare a casa a riprenderlo, allora guardati un attimo allo specchio e tira fuori la lingua prima di uscire di casa una seconda volta”, avverte Carol Kovacs.

Un'altra superstizione vieta di fischiettare: si dice che così facendo si possano perdere i soldi

Nutrire lo spiritello della casa

Gli antichi slavi credevano che gli spiriti vivessero ovunque, nella foresta come nella banya (la sauna russa). Bisognava ovviamente tenerli buoni con lodi e cibo: una credenza rispettata ancora oggi da alcuni russi. “La mia ragazza è russa e ogni tanto si mette a parlare con il Domovoj (lo spirito della casa) e gli lascia del cibo - racconta un’utente che si firma coffeehousemassacre -. Si crede che il Domovoj possa fare piccoli favori lasciandogli del cibo a portata di mano”.

Le feste di Capodanno alla russa

Nel periodo di Capodanno i russi amano guardare le vecchie commedie sovietiche. “Negli ultimi tre anni la notte di Capodanno ho sempre guardato ‘Ironia del destino’ - racconta Devadatta Womble”. 

“Io sono solito guardare lo Schiaccianoci: una tradizione immancabile per il periodo delle Feste. Lo trovo su YouTube e lo spettacolo portato in scena dal Balletto di Stato russo è semplicemente straordinario”, scrive un nostro lettore su Twitter. Come dargli torto?

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie