La fattoria russa cyberpunk (con finale a sorpresa) è da ridere: il video diventa virale

birchpunk
In pochi giorni questo corto d’animazione ha fatto boom di like e visualizzazioni

Una fattoria cyberpunk, con robot al posto dei contadini e macchine futuristiche che seguono i lavori tra i campi. È il bizzarro cortometraggio “La fattoria russa cyberpunk” del regista e sceneggiatore Sergej Vasilyev, di Mosca, che nei giorni scorsi ha fatto il pieno di like e visualizzazioni su YouTube. 

Il video racconta il lavoro di un contadino di nome Nikolaj, che mostra agli spettatori il lato più nascosto della vita in campagna… in un mondo dove la tecnologia è diventata protagonista di tutto il processo produttivo. 

“Non è vero che siamo un paese tecnologicamente arretrato”, dice Nikolaj, mostrando con orgoglio la sua fattoria futuristica. Dietro di lui, i contadini-robot si danno da fare con il lavoro di tutti i giorni. 

Nel mondo di Nikolaj, i progressi tecnico-scientifici hanno raggiunto anche gli aspetti più intimi della vita: al posto del classico buco nel terreno che funge da toilette esterna, i lavoratori della sua impresa agricola utilizzano un vero e proprio buco nero per smaltire i rifiuti… 

Le mucche sono accudite e munte dai robot, con i quali Nikolaj ha uno stretto rapporto. E nonostante la sua simpatia per la cyber-lattaia, lei si innamora del trattore robotico di Nikolaj.... 

Nel corto, però, molti problemi tipicamente russi continuano a restare irrisolti, nonostante i tanti progressi tecnologici fatti. E anche se i contadini ormai non usano più le strade, l'auto volante di Nikolaj avanza a suon di scossoni come una normale macchina sopra una strada dissestata di campagna, per via delle “turbolenze dell’aria”. Ci vogliono anni prima che la posta arrivi (una velata frecciatina ai famigerati tempi di consegna delle poste russe), nonostante nel mondo di Nikolaj le missive vengano consegnate da un veicolo aereo alimentato da motori a reazione. 

“Vieni a lavorare con noi”, dice l'agricoltore Nikolaj alla fine del video, come a voler attirare nuove persone nella sua fattoria. Ma il finale è tutto una sorpresa, e ci si rende conto che la fattoria futuristica di Nikolaj si trova... su Marte: una destinazione di interesse scientifico sia per gli Stati Uniti che per la Russia. 

La realizzazione del video è stata completata in tre mesi, e il regista Sergej Vasilyev ha già annunciato che potrebbe girare un sequel. 

Secondo alcuni, l’intero video potrebbe essere una velata campagna pubblicitaria per l'agenzia spaziale russa Roscosmos, visto che il codice QR sulla mucca rimanda direttamente all’account Twitter del capo di Roscosmos, Dmitrij Rogozin. Le voci però non sono state confermate.



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie