Gli manca il mare: e così costruisce un galeone gigante nel cortile di casa

Anton Vergun/www.go31.ru
È successo in Russia, nella regione di Belgorod, dove un uomo ha finalmente assecondato la sua nostalgia: dopo aver lasciato la Crimea, per tutta la vita ha continuato a sognare le onde. Ora si gode il suo veliero gigante, identico a quello utilizzato nel XVI secolo dal corsaro e navigatore inglese Sir Francis Drake

Valerij Kiku viveva in Crimea prima di trasferirsi in un villaggio nella regione di Belgorod. Ma l’assenza del mare era una cosa alla quale non riusciva proprio ad abituarsi. E così, rincorrendo le onde con la fantasia, Valerij ha costruito nel giardino di casa... un galeone! L’insolita costruzione assomiglia fin nei dettagli alle imbarcazioni che solcavano i mari d’Europa tra il XVI e il XVIII secolo. 

Kiku ha chiamato la nave “Golden Hind”, in onore del galeone dell'esploratore e navigatore inglese Sir Francis Drake. 

Anche se il poderoso veliero di Kiku non può navigare e si trova saldamente ancorato a terra, fa ugualmente una grande impressione. 

“Da ragazzini, quando vivevamo vicino a una base navale in Crimea, un mio amico ed io sognavamo di possedere una nave”, ha raccontato Valerij Kiku in un'intervista rilasciata a Ruptly.

Con il passare degli anni, questo suo sogno di ragazzo non è svanito. È rimasto lì, chiuso in un cassetto, fintanto che Kiku ha cambiato città, ha costruito una casa e avuto dei figli. Nel tempo libero, non ha mai smesso di rincorrere quel sogno, realizzando modellini di navi in miniatura. 

Un bel giorno, il suo sogno è diventato realtà. “Avevo bisogno di costruire un garage da adibire a officina. E volevo a tutti i costi che assomigliasse a una nave - ha raccontato Kiku -. E così ho utilizzato il Golden Hind come modello per il mio progetto”.  

Il risultato è davvero impressionante! Valerij è riuscito a costruire il galeone rispettando le dimensioni originali. I lavori di “bricolage” sono iniziati nel 2014, quando ha gettato le basi della sua imbarcazione, e sono proseguiti per ben 10 anni, durante i quali Kiku si è spostato verso l’alto, costruendo gli alberi e le vele della nave. 

I vicini di Kiku, che vedevano il mare una volta all'anno quando andavano in vacanza, all'inizio guardavano il suo progetto con sospetto: l'uomo fu più volte criticato di aver sperperato denaro per un progetto che altri consideravano inutile.

“Ma io ho già costruito una casa, [con i soldi] aiuto i miei figli. Costruire il galeone è un semplice hobby”, risponde Kiku a tutti coloro che criticano la sua creazione.

Oggi il suo cortile - trasformato in quello che lui stesso ha ribattezzato il “Museo della pirateria” - attira l'attenzione della gente del posto e anche di chi vive nei villaggi e nelle città vicine. Nel 2020, Valerij ha iniziato addirittura a organizzare delle escursioni sul ponte “gemello” del Golden Hind. L’uomo che sognava il mare ha ritrovato finalmente la sua pace.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie