In fuga tra i vicoli lugubri della provincia russa: il nuovo videogame Militsioner ad alta tensione

Tallboys, 2020
In questo videogioco dovrete scappare da un poliziotto gigante che vede e segue ogni vostro spostamento...

Strade in sfacelo, case allo sfascio. Tutto intorno, un paesaggio grigio e tetro, e gli occhi di un poliziotto gigante che seguono ogni vostro passo. Avete già la pelle d’oca, vero? 

È il nuovo videogioco “Militsioner” prodotto dallo studio russo Tallboys e presentato su Steam a luglio 2020.

Le scene sono a dir poco inquietanti: camminate a passo lento per vicoli grigi, quasi strisciando contro le pareti di vecchie baracche; a ogni angolo incrociate un’auto della polizia. Siete quasi arrivati, quando dall’interno di una scatola si sente un cane abbaiare minaccioso.

“Piano, bello, piano”, dite al cane rinchiuso nello scatolone, e cercate di accelerare il passo. Ma ormai è troppo tardi: un poliziotto gigante, ben più alto dei tetti del villaggio, vi ha visto e adesso vi segue con i suoi grandi occhi minacciosi. Allunga una mano e vi solleva da terra, come foste un insetto insignificante… Cosa succeda dopo non si sa. Lo schermo all’improvviso diventa tutto nero... E inizia un nuovo giorno. Un nuovo tentativo di fuga.  

“Pianifica la tua fuga dal poliziotto gigante, prima che riveli il tuo coinvolgimento nel crimine, in questo gioco in prima persona all’interno di un mondo misterioso, dove la scena si svolge in una località sabbiosa all’aperto”, si legge sulla pagina del progetto su Steam. 

Gli sviluppatori hanno fatto sapere che l’intelligenza artificiale permette al poliziotto gigante di “esprimere” emozioni. Il gioco è ambientato in in una città surreale della provincia russa, dove si incrociano auto, treni e tram. Il gioco non segue una storia lineare precisa, ma offre una moltitudine di percorsi e la possibilità di sperimentare nuove vie di fuga. 

Su Steam non sono ancora stati comunicati il costo e il giorno di uscita del gioco. 



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie