La Russia festeggia le forze aeree e gli uomini del cielo

Sergej Fadeichev/TASS
Il 2 agosto in tutto il paese si sono svolte le celebrazioni per rendere omaggio ai paracadutisti e ai soldati dell’aeronautica militare

Tra gli uomini delle forze aeree russe c’è un detto che recita: un paracadutista sarà per sempre un paracadutista.

Entrare a far parte dell’unità dei paracadutisti è un grande privilegio e rappresenterà un motivo d’orgoglio per il resta della vita.

Spesso gli uomini seguono le orme dei propri padri, anch’essi paracadutisti, e decidono di portare avanti la tradizione e indossare la divisa.

I paracadutisti in Russia hanno il compito di essere i primi a entrare nelle zone di guerra e a condurre operazioni ad alto rischio dietro le linee nemiche.

È per questo che i paracadutisti russi vengono sottoposti a durissimi addestramenti militari durante il periodo della loro carriera.

Sono di solito le prime unità di battaglia a ricevere l’equipaggiamento da guerra. 

Il Ministero russo della Difesa prevede di spendere circa 70 miliardi di dollari da qui al 2025 per rafforzare la fanteria e le forze aeree.

Il nuovo equipaggiamento comprenderà sistemi di artiglieria aerea di nuova generazione e l’equipaggiamento da combattimento hi-tech Ratnik-2.

Il 2 agosto i paracadutisti russi e dei paesi CSI si sono riuniti per una grande festa e per commemorare coloro che hanno dato la vita per difendere la patria.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie