Covid: Mosca allenta le restrizioni per gli stranieri che vogliono entrare in Russia

Pixabay
Il governo russo ha approvato un documento con il quale estende la lista di eccezioni a un’altra categoria di stranieri. Il divieto di ingresso è stato imposto a marzo per fermare la pandemia

Si allarga la lista di categorie di stranieri che possono entrare nel territorio della Federazione Russa dopo l’emergenza coronavirus: il 25 giugno il Governo russo ha firmato un nuovo documento con il quale apre le frontiere anche agli specialisti stranieri altamente qualificati (così come specificato nel permesso di lavoro). Il documento è stato firmato dal primo ministro Mikhail Mishustin.

Per poter attraversare il confine, quindi, è necessario essere in possesso di un contratto di lavoro e figurare in un elenco speciale stilato dagli organi competenti su richiesta del datore di lavoro o committente.

Ricordiamo che dal 7 luglio possono entrare nel territorio della Federazione Russa solo diplomatici, conducenti di autotrasporti automobilistici internazionali, cittadini stranieri che si recano in Russia per cure mediche, o familiari di cittadini russi.

Le frontiere del paese sono chiuse dal 18 marzo a causa della pandemia di coronavirus, che fino ad ora ha causato più di 600.000 contagi e 9.000 morti.

 



Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie