Così negli anni ‘90 i concorsi di bellezza rivoluzionarono la vita delle ragazze russe di provincia

АГШШ
L’edizione del 1997, la prima nella città di Arkhalgelsk, fu organizzata grazie all’entusiasmo di un gruppo di neolaureati, che chiamarono a raccolta parenti e amici per sopperire alla mancanza di risorse ed esperienza. Fra abiti sgargianti e accessori fai da te, la gara fu un successo e aprì le porte di una nuova vita a molte partecipanti

Spinto dall’entusiasmo e dalla speranza di poter alleviare con un po’ di bellezza la vita difficile delle persone nella Russia degli anni ‘90, un gruppo di studenti di Arkhangelsk decise di organizzare un’iniziativa del tutto nuova: un concorso di bellezza. A distanza di oltre 30 anni, quella competizione, diventata annuale, è ancora oggi uno degli eventi più attesi nella città affacciata sul Mar Bianco. 

All’epoca, le probabilità di successo nel portare avanti un’iniziativa di attivismo cittadino erano molto più elevate nella piccola Arkhangelsk piuttosto che nella capitale, nonostante Mosca avesse già avuto esperienza con eventi simili qualche anno prima. Ma l’assenza di risorse e competenze nella provincia russa non facilitarono la sfida. Anzi!

La maggior parte degli organizzatori erano giovani neolaureati con pochissima esperienza, limitata perlopiù all’ambito scolastico e universitario. E quando si presentò loro l’opportunità di gestire una gara a livello cittadino, non ci pensarono due volte! 

Natalia Golubeva, una delle prime organizzatrici del concorso di bellezza di Arkhangelsk, ricorda che la riuscita dell’evento fu in buona parte dovuta all’aiuto di amici, parenti e conoscenti del team: fiorai, sarte e artisti. 

“Potevamo realizzare qualsiasi folle combinazione di costumi e accessori: nessuno ci impediva di farlo - ricorda Natalia -. E così le partecipanti sfilarono con abiti tradizionali della Russia del nord dipinti a mano, e costumi fatti di nastri, simili a quello che indossava Milla Jovovich nel Quinto Elemento".

“Una volta scelto l’outfit delle partecipanti, si pose il problema dei copricapi, alcuni larghi addirittura un metro di diametro, che avrei dovuto portare da un’altra città in treno”, prosegue Natalia. 

Stando al racconto di Natalia, gli organizzatori speravano di poter contribuire alla crescita personale delle ragazze, infondendo loro maggior sicurezza e fiducia in sé stesse. 

Il concorso di bellezza si rivelò un evento in un certo senso rivoluzionario per le ragazze di provincia dell’epoca, molte delle quali non avevano mai indossato un abito da ballo né un paio di scarpe coi tacchi, e si vedevano ora sotto un’ottica totalmente diversa. 

Gli organizzatori non trassero alcun beneficio economico dal concorso, ma vennero ripagati dalla soddisfazione di aver creato qualcosa di nuovo in città. 

Successivamente un teatro di Arkhangelsk allestì una mostra con le foto delle partecipanti, che ottenne l’entusiasmo del pubblico e delle stesse concorrenti. 

Natalia Sinchikova, vincitrice del primo concorso di bellezza di Arkhangelsk nel 1997, ha partecipato anche a Краса России (Krasa Rossii), la principale competizione di bellezza a livello nazionale. Insieme alle altre finaliste della gara, Natalia ha avuto accesso all’edizione successiva di Miss Mondo, dimostrando come l’iniziativa di un piccolo gruppo di appassionati possa avere un così forte impatto sulla vita delle persone e di un’intera comunità.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie