Ecco cosa pensano i russi quando si accorgono che uno straniero parla la loro lingua

Getty Images, Russia Beyond
C’è chi si stupisce e chi si rivela diffidente. Ma di sicuro non mancherà una sincera ammirazione

Immaginate di vivere in un piccolo stato insulare, con una lingua propria, parlata solamente da poche migliaia di persone in tutto il mondo. Andate in vacanza a Roma, ad esempio. Entrate in un negozio… e uno sconosciuto si rivolge a voi parlandovi nella vostra lingua. Wow! esclamate, senza contenere lo stupore.

Questa è esattamente la stessa reazione che ha la maggior parte dei russi quando si imbatte in uno straniero che parla correntemente la lingua di Chekhov. Ma il russo - direte - non è un idioma che si parla in un piccolo e sconosciuto staterello! Solamente in Europa si contano 120 milioni di madrelingua, il che lo rende la lingua più diffusa nel continente (in questo articolo vi abbiamo spiegato perché il russo è la lingua più diffusa nel Vecchio Continente).

Certo, molto dipende dal vostro luogo di provenienza! Se siete originari del Kazakhstan o di qualche altro paese dell’ex Unione Sovietica, infatti, non ci sarebbe niente di strano nel sentirvi parlare in russo. Ma se avete in tasca un passaporto europeo o americano, il vostro interlocutore rimarrà di sicuro a bocca aperta! 

Non possono credere che vi siate messi sui libri e lo abbiate imparato!

"La stragrande maggioranza dei russi non ha mai incontrato una persona che non sia in grado di parlare la loro lingua. Vivono in un paese enorme, dove tutti parlano correntemente il russo", scrive Aleksej Tereshchenko, un lettore russo di Quora. "Naturalmente, tutti sanno che ci sono molte lingue nel mondo, ma nella pratica è difficile immaginare che ci siano persone che non capiscono il russo", dice. 

"Ho dei ricordi di quando ero ragazzo… avrò avuto 12 anni. Ero seduto nella veranda della nostra casa di campagna insieme a un viaggiatore dalla Svizzera e gli ho chiesto qualcosa in russo. Lui non mi capiva… e mi sembrava così strano! Come può quest'uomo non capire il russo? pensai”, ricorda Tereshchenko.  

Tali atteggiamenti ovviamente svaniscono quando i russi cominciano a viaggiare all’estero e imparano almeno una lingua straniera. E lì si arriva all'estremo opposto: capiscono che il russo è maledettamente difficile e pensano che sia una lingua impossibile da imparare! "Quando sono andato a Parigi e ho scoperto che alcuni francesi stavano effettivamente imparando il russo, non potevo crederci", dice Tereshchenko. 

Si dice d’accordo Josephine Stefani, di Hong Kong: "Quando i miei amici russi, ucraini e kazaki hanno scoperto da dove vengo, le loro risposte sono state quasi sempre di grande sorpresa!”.

Ma la reazione potrebbe non essere sempre così positiva.

"Questo str**zo sta cercando di impressionarci, vero?"

Alcuni russi potrebbero avere una reazione piuttosto diffidente. Ganesh Mahadevan, un ex ufficiale della marina, ha lavorato per molti anni con i russi e dice: "Quando si ha a che fare con gli alti funzionari politici e gli ufficiali, le loro reazioni possono essere di tre tipi: 1) Questo str**zo sta cercando di impressionarci, non è vero? 2) Probabilmente lavora come spia. 3) Forse è un interprete. Meglio affidarsi al nostro traduttore".

Ganesh racconta come in diversi casi alcuni conoscenti russi abbiano cercato di mettere alla prova la sua conoscenza della lingua, citando ad esempio dei brani di una poesia.

Ci sono mooolti vantaggi 

Parlare russo ovviamente ha molti vantaggi, al di là dell’ambito lavorativo. "Una volta mi sono mascherata da russa con la mia famiglia a San Pietroburgo per ottenere uno sconto su alcuni biglietti", dice Aleksandra Martirosyan, armeno-americana.

Infatti la conoscenza del russo apre le porte al sottile mondo delle relazioni informali. "L’ho capito quella volta in cui è venuto il tecnico a casa per installare la linea telefonica - dice Gareth Roberts, del Galles -. Si è rivelato un tipo davvero simpatico e si è stupito quando ha scoperto che parlo la sua stessa lingua. Ho la sensazione che i russi abbiano sempre un occhio di riguardo nei confronti di quegli stranieri che si sforzano e studiano per parlare la lingua di Chekhov”.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie