Ecco com'era Putin prima di diventare presidente

Vladimir Putin, all’epoca primo ministro della Federazione Russa, durante un discorso di saluto alla Nazionale di atletica leggera

Vladimir Putin, all’epoca primo ministro della Federazione Russa, durante un discorso di saluto alla Nazionale di atletica leggera

Sergej Subbotin / Sputnik
Camicia sbottonata e look da "hipster": ecco come vestiva il capo del Cremlino prima di mettersi alla guida del paese

Una tuta colorata e un cappotto di pelle di pecora, un enorme orologio da polso e un cappello a tesa larga. Ecco com’era Putin prima di assumere la carica di presidente del paese.

Putin (a sinistra) nella dacia di alcuni amici

Quasi 50 anni fa il giovane Putin si vestiva un po’ come un hipster. Nel 1970, anno in cui terminò la scuola, fu immortalato a una festa in un appartamento di Leningrado mentre ballava con la sua compagna di classe Elena.

Putin negli anni Settanta

Putin conobbe la sua futura moglie Lyudmila nel 1980 e le chiese la mano tre anni dopo. A quel tempo si era già laureato alla facoltà di giurisprudenza dell'Università di Leningrado e lavorava per il KGB; trascorreva il suo tempo libero nella dacia di alcuni conoscenti.

Putin con la moglie Lyudmila e la figlia, 1986 circa

Ecco come appariva la giovane famiglia Putin poco prima che nascesse la loro prima figlia, Maria.

Vladimir Putin con la moglie Lyudmila e le figlie, anni Novanta

Nel 1986 arrivò la loro secondogenita, Ekaterina. Nacque a Dresda, dove Putin si era trasferito con la famiglia per portare avanti il suo lavoro di intelligence.

Negli anni ’90 tutta la famiglia indossava delle tute colorate, che sarebbero poi diventate il simbolo di quegli “anni selvaggi”. Le portavano tutti: studenti, atleti, pensionati, ballerini... e anche il futuro presidente del paese.

Un giovanissimo Vladimir Putin balla con la compagna di classe Elena durante una festa a Leningrado, anni Settanta

Nell’arco di qualche anno la tuta sportiva fu messa da parte per far posto ad abiti più formali.

Vladimir Putin, a sinistra, all’epoca portavoce per gli Affari Esteri del sindaco di San Pietroburgo Anatoly Sobchak, partecipa a una cerimonia ufficiale con il principe Carlo nel cimitero Piskarevskoe di San Pietroburgo. 17 maggio 1994

Di tanto in tanto Putin si presentava con un orologio da polso massiccio, indossando un cappotto di pelle di pecora marrone e una borsa marrone abbinata.

Anatoly Sobchak, sindaco di San Pietroburgo (a sinistra) con Vladimir Putin, vice sindaco di San Pietroburgo, 1994

Ben presto Putin ottenne il suo primo impiego nell'amministrazione statale: divenne consigliere del presidente del consiglio comunale di Leningrado, Anatoly Sobchak, e più tardi portavoce per gli affari esteri presso l'ufficio del sindaco della città. Fu proprio in quel periodo che iniziò a tenere contatti con uomini d'affari stranieri.

Putin con la moglie Lyudmila, 1985 circa

A quel punto, Putin mise da parte le tute sportive colorate. Per sempre.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie