Daniil Medvedev, la nuova stella russa del tennis

Reuters
Riflettori puntati sul nuovo talento: il giovane tennista moscovita ha da poco conquistato il quinto posto nella classifica dell'Association of Tennis Professionals

Nell'agosto 2019 l'atleta russo Daniil Medvedev ha conquistato il quinto posto nella classifica dell'Association of Tennis Professionals (ATP), l'associazione che riunisce i giocatori professionisti del tennis maschile di tutto il mondo. Ed è stato già ribattezzato “la prima racchetta del mondo”. Vi sveliamo alcune curiosità sul tennista più promettente del panorama internazionale.

“Mi reputo una persona davvero particolare: fuori dal campo, direi, sono un ragazzo semplice e tranquillo. Ma il mio mondo interiore è molto complesso e articolato. Oserei dire che è incomprensibile anche per me”. Queste le dichiarazioni del giovane campione, 23 anni, n.5 del mondo dal 19 agosto 2019, cinque titoli ATP su 10 finali disputate.

Daniil Medvedev è nato a Mosca l'11 febbraio 1996. I suoi genitori non avevano alcun legame con lo sport e lui stesso crede di essere entrato nel mondo del tennis per caso.

Quando era piccolo lo volevano mandare a nuoto. “Ma quando sono arrivato in piscina per la prima volta - racconta -, ho visto un annuncio che diceva che era in corso la formazione di un gruppo di tennis”. E così il ragazzo, che all’epoca aveva 9 anni, ha mosso i primi passi in quella che sarebbe stata la disciplina della sua vita.

Il futuro campione ha quindi studiato in una scuola specializzata in fisica e matematica, affiancando gli studi alla sua grande passione per il tennis.

Dopo aver frequentato due anni accademici in uno, si è iscritta alla Facoltà di Economia applicata e Commercio presso l'Istituto Statale di Relazioni Internazionali di Mosca (MGIMO).

Ma gli studi, anche se i corsi erano serali, si sono rivelati inconciliabili con l’intensa attività sportiva. E così Daniil si è ritrovato a dover fare una scelta. “Lo sport - confessa -, alla fine ha avuto la meglio”.

A 14 anni Daniil era seriamente interessato ai videogiochi e ha partecipato anche ad alcune competizioni russe di e-sport: “Giocavo molto bene e davo del filo da torcere a una persona che oggi vanta il titolo di campione russo di FIFA”, racconta Daniil, citato dal sito eurosport.it.

Посмотреть эту публикацию в Instagram

🏝

Публикация от Medvedev Daniil (@medwed33)

La sua passione per i videogiochi, però, non appartiene solo al passato. Ecco come Daniil ha risposto ad alcune domande della Federazione russa di tennis. 

Qual è secondo te il tipo di riposo perfetto? 

Giocare alla PlayStation tutto il giorno.

Il tuo difetto principale? 

Gioco troppo alla PlayStation. 

Qualche altro talento oltre al tennis? 

Gioco molto bene con la PlayStation.

A differenza di molti russi, e degli atleti in particolare, Medvedev non crede nelle superstizioni e nelle scaramanzie. Almeno questo è quello che dice: "Non ci sono cose senza le quali non potrei vivere. Ho anche io i miei piccoli rituali, ma se improvvisamente non li faccio, non arrivo a pensare ‘Cavolo, ho già perso in partenza, sicuramente’. Al contrario, se così fosse riderei di me stesso. 

Danill si è sposato a 22 anni. Il 12 settembre 2018 ha pubblicato su Instagram una foto in compagnia di sua moglie Daria. La cerimonia si è svolta nell'Ufficio di Stato civile di Kutuzovsky a Mosca. La loro relazione durava già da quattro anni. 

“Dico sempre che il momento in cui le ho fatto la proposta di matrimonio ha segnato la mia crescita nel mondo dello sport: è stato dopo Wimbledon”.

Daniil tuttavia si rifiuta categoricamente di rivelare il cognome della sua amata e ogni tipo di informazione su di lei. Sappiamo solo che anche lei una volta giocava a tennis nelle categorie giovanili, che ha frequentato la facoltà di giornalismo e che parla un ottimo francese. 

A giudicare dalle immagini pubblicate su Instagram, sua moglie lo accompagna spesso alle gare, e la coppia, per riposare, si reca alle Maldive e a Mykonos. 

Per ragioni climatiche, oggi la coppia vive a Monaco, e Daniil si allena sui campi di Nizza e Cannes. Ma la nostalgia per la sua patria si fa sentire: in un’intervista il campione ha ammesso di non sentirsi a casa sulla costa mediterranea e che i suoi amici sono per lo più russi. "Mi sento a mio agio soprattutto in Russia", ha spiegato Medvedev. 

Oltre al russo, parla correntemente l'inglese e il francese. E i suoi video pubblicati su Twitter e Instagram sono registrati in varie lingue. 

Nonostante i 3 milioni di dollari di premi vinti nel corso della sua carriera, Daniil dimostra un atteggiamento composto nei confronti del denaro. La spesa più grande è stata l'acquisto di un'auto, e la più folle, dice, è stata una sessione di shopping in un negozio Philipp Plein, dove l'atleta ha pagato circa diecimila dollari.

 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie