Putin arriva in Italia: tra i campi della campagna veneta spunta il volto del principe Vladimir

Il singolare omaggio alla Russia, realizzato con aratro e trattore tra le spighe di grano, porta la firma dell’artista Dario Gambarin

L’artista del grano Dario Gambarin rende di nuovo omaggio alla Russia: tra i campi di Castagnaro, in provincia di Verona, ha infatti realizzato con aratro e trattore un gigantesco ritratto del principe Vladimir. Così come riporta l’agenzia russa Ria Novosti, il volto è stato disegnato tra le spighe di grano su una superficie di 24mila metri quadri e misura la bellezza di circa 200 metri di lunghezza.

Per dare forma a questo colossale disegno, Gambarin ha preso spunto dal volto della statua di Vladimir, Gran Principe di Kiev - la cui fama è legata alla sua conversione al cristianesimo e al cosiddetto "battesimo della Rus'" nel 988 - che si erge sulla collina Borovitsky a Mosca. 

L’opera è apparsa alla vigilia della visita del presidente russo Vladimir Putin a Roma e del suo incontro con Papa Francesco, con il presidente Mattarella e il premier Conte.

Per realizzare questo colossale ritratto ci sono volute 11 ore di lavoro, interrotte dal gran caldo che sta avvolgendo l'Italia in questi giorni.

"Le condizioni di lavoro erano insopportabili - ha raccontato Gambarin a Ria Novosti -. Fa un caldo terribile e il mio trattore, che ha quasi 50 anni, non ha l'aria condizionata. In cabina, quindi, con il motore acceso fa ancora più caldo. In un'ora e mezza ho bevuto più di due litri d'acqua. E non è permesso sbagliare: se si taglia male anche un solo filare di grano, si rovina l'intero ritratto". 

Così come ha spiegato l'artista, che di professione è avvocato e psicoterapeuta, i disegni tra i campi sono la sua passione: una forma di meditazione. Oltre alle composizioni tra le spighe, Gambarin dipinge quadri a livello amatoriale e dirige una piccola orchestra. "Per me si tratta di una forma di riconciliazione con il mondo dell'infanzia", dice.

Si potrà ammirare il ritratto per una settimana, dopo di che il campo sarà arato e seminato di nuovo.

Non è la prima volta che Gambarin “saluta” la Russia con questo suo singolare omaggio: in vista del G20 che si tenne ad Amburgo nel 2017, l’artista aveva ritratto sui campi di Castagnaro il volto di Vladimir Putin

 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie