Venti modi diversi per dire “ubriacarsi” in russo

Getty Images
Li ha raccolti un utente di Twitter, ammettendo che non è che l’inizio dell’opera, perché la lingua russa è molto ricca, anche, guarda un po’, di sinonimi e sfumature per esprimere la sbronza

Perché qualcuno a posto con la testa e con la mente sobria dovrebbe cercare di elencare ogni parola che nella sua lingua descrive il concetto di “ubriacarsi”!? Ma poi, che ne sappiamo noi… forse l’autore era alticcio… 

In ogni caso, ecco venti sinonimi in russo del concetto di “sbronzarsi” che l’utente di Twitter Slava Malamud è riuscito a trovare, ognuno con la propria descrizione finemente dettagliata. Buon divertimento! 

Бухать – Bukhàt 

Ok, vediamo quanti sinonimi riesco a farmi venire alla mente senza fare ricerche su Google…

Comincerò, ovviamente, con “bukhat”, che significa “bere intenzionalmente e risolutamente con l’obiettivo esplicito di ubriacarsi”, un atto noto anche come “storia della Russia”. 

Принять – Prinjàt 

L’opposto di “bukhat” è “prinjat”, che si traduce in senso letterale come “prendere” (come in “prendere una medicina”). Significa “farsi un drink veloce per essere un po’ alticci, e darsi la spinta necessaria per affrontare la tortura quotidiana della vita russa o per sedare il dolore pulsante dell’anima russa”. 

Пропустить – Propustìt 

Propustit” (“lasciar passare”) è quasi un sinonimo di “prinjat”, ma implica un atteggiamento di maggiore nonchalance, in cui non si diventa brilli per necessità (perché è la Russia!) ma per il gusto di farlo e senza un’abitudine consolidata. Il propustit avviene sempre in buona compagnia. 

Накатить – Nakatìt 

Nakatit” (“rotolare”) è simile, in quanto anche lui implica una bevuta veloce piuttosto che un’attività prolungata e dedicata, ma è in una classe di peso leggermente più pesante. Quando si è coinvolti nel “nakatit”, la dose può essere più grande e i risultati più evidenti. È un “prinjat” per veri uomini

Нажраться – Nazhràtsja 

Con “nazhratsja” stiamo entrando in una categoria superiore. Letteralmente significa “abbuffarsi”, ma vuol dire anche “ubriacarsi in modo indegno”. Una persona a cui si addice questa parola non può mai essere considerata un membro rispettabile della comunità dei bevitori. 

Набраться – Nabràtsja 

Nabratsja” (letteralmente “riempirsi”) suona e significa quasi lo stesso, ma non è altrettanto irrisorio e può implicare una condizione meno rivoltante o uno stato sociale più elevato dell’ubriaco. Non ci si aspetta che un uomo russo attraversi la vita senza almeno un episodio di “nabratsja”. 

Нализаться – Nalizàtsja 

Nalizatsja” (letteralmente “leccare a sazietà”) ha un significato molto specifico, che è “arrivare alla porta di casa sbronzo in modo imbarazzante a tarda notte con lo sgomento di trovare la moglie estremamente arrabbiata”, visto che questa parola è quasi esclusivamente utilizzata dalle mogli nell’espressione “nalizalsja di nuovo!”

Квасить – Kvàsit 

Kvasit” (“fermentare”) è simile a “bukhat”, ma è un tipo di espressione più popolare e spensierata. Gli obiettivi del collettivo sono gli stessi, ma il gruppo si sta probabilmente avvicinando al compito con un po’ più di buonumore.

Наглюкаться – Nagljukàtsja 

Nagljukatsja” (“entrare in una condizione allucinante”) ci riporta al territorio dell’abuso alcolico “indegno/trasandato” e, come suggerisce la parola, implica delirio, parlare con amici immaginari, eseguire autocritica davanti ai compagni e impegnarsi in prove di forza.

Залить глаза – Zalìt glazà 

Zalit glaza” (“riempire gli occhi”) è una frase classica che risale ai tempi dello zar. Le persone che vogliono sentirsi più moderne possono sostituire “glaza” con “zenki”, un termine più gergale. In entrambi i casi, significa entrare in uno stato in cui non riconosci la gente. 

Заложить за воротник – Zalozhìt za vorotnìk 

Anche “Zalozhit za vorotnik” (“metterlo sotto il bavero”) è un’espressione risalente al XIX secolo e ed è decisamente aristocratica, sottintendendo che un tovagliolo viene infilato sotto il colletto della camicia prima di iniziare a sbronzarsi. Un minimo di rispetto di sé è importante per la Patria. 

Принять на грудь – Prinjàt na grud

Prinjat na grud” (“prendere di petto”) è una frase che mostra correttamente l’atto di bere in Russia come un duro lavoro necessario, piuttosto che un’attività piacevole. Come dice il vecchio adagio, “bere non è fare sport; hai bisogno di molta salute per farlo.” 

Врезать – Vrèzat 

Vrezat” è un termine particolarmente aggressivo che deriva sia dal termine “tagliare” che dal termine “gergale” per “colpire dritto in faccia”. Implica un’assunzione rapida e mirata di una grande dose di alcol indipendentemente dalle circostanze e dalle conseguenze. Un attacco di cavalleria di drink. 

Раздавить – Razdavìt

Razdavit” (“schiacciare”) può essere applicato solo a un’intera bottiglia di superalcolici. Non si può dire “razdavit” un bicchiere o una bottiglia di birra (non siamo mica americani per ubriacarci con quella roba frizzante) ed esprime piuttosto il decisivo trionfo delle nostre gloriose forze in condizioni impossibili. 

Вздрогнуть – Vzdrògnut 

Vzdrognut” (“trasalire”) è un termine più esoterico, che di solito implica una bevuta rituale in un’occasione specifica che tradizionalmente ne richiede una (dire addio a un amico, salutare un vicino o… non lo so… festeggiare il fatto che sia martedì?).

Тяпнуть – Tjàpnut

Tjapnut” (“mordere”, “colpire”) e “derjàbnut” (“tracannare”) hanno lo stesso significato di base di “vrezat” in quanto è implicita un’azione veloce, decisa, ma entrambi suonano amichevoli e meno aggressivi. Di nuovo, viene mostrato un atteggiamento piuttosto umoristico circa l’idea di essere seriamente ubriachi. 

Остограммиться – Ostogràmmit’sja 

Ostogrammitsja” è un vero trionfo del russo letterario, in quanto significa letteralmente “servirsi di 100 grammi.” Se usi questa frase, fai sapere a tutti che sei coinvolto in un sacro rituale della Russia e non certo in un vizio sciatto.

Хрюкнуть – Khrjùknut 

All’estremo opposto dello spettro della rispettabilità c’è “khrjuknut”, che letteralmente significa “grugnire”. È ovvio che una persona che fa questo non può tenere l’alcol, e sarà ridotto alla visione orwelliana della società sovietica in pochi minuti. Vergogna, compagno!

Обмыть – Obmýt

Il termine “obmyt” (“lavare via qualcosa”) ha un significato estremamente specifico. Significa “farsi una bevuta rituale per celebrare un acquisto importante, rendendo così questo acquisto fortunato e duraturo”. Solitamente riservato alle auto, è un’azione in cui i russi non vedono assolutamente dell’ironia.

Уйти в запой – Uitì v zapòj 

Uiti v zapoj” è una frase che letteralmente significa “andare via nel vortice del bere”. E sì, ha allo stesso tempo sia l’idea dell’evasione dalla realtà che connotazioni morbose. Lo “zapoj” è spesso tradotto come “bere sfrenato”, ma non è del tutto corretto…

Un vero zapoj è una condizione di bere continuo per un periodo di diversi giorni o, spesso, settimane e persino mesi. Uno zapoj è quando un alcolista riprende a bere, e implica uno stato continuo e ininterrotto di ubriachezza senza altre attività intermedie.

“È in uno zapoj” a volte è considerata una scusa legittima per non andare al lavoro. Le persone che entrano ed escono dallo zapoj spesso, bevono molto poco o per niente tra l’uno e l’altro. Ci si riferisce  a loro usando il termine di “zapojnyj”…

Ci sarebbero tante altre parole ma sono stanco. Come voi, probabilmente. 

Dopo aver elencato le 20 parole di cui sopra, l’autore del thread si è reso conto che non era nemmeno il 20% nella lista dei termini che aveva compilato in anticipo (probabilmente quando era ubriaco!). 

“Porca miseria, ho appena realizzato che non sono nemmeno al 20% della mia lista! Non arrivo nemmeno ai diversi stadi dell’ubriachezza, che sono più dettagliati della tavola periodica degli elementi.”

Tuttavia, i felici utenti di Twitter hanno colto con entusiasmo il thread e hanno continuato a postare altre varianti.

 

La guida definitiva a come bere con i russi 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie