Consumi: calano le vendite di vodka e tabacco in Russia

Aleksandr Ryumin/TASS

Sono i latticini, le bibite analcoliche e il pane i prodotti più venduti negli ultimi mesi in Russia: a maggio 2019 hanno infatti occupato la vetta della classifica per volume di vendite. La notizia è stata riportata dal quotidiano Izvestia sulla base dei dati forniti dall’operatore fiscale Takskom.

In cima alla graduatoria si trovano anche farmaci, prodotti di bellezza e profumeria. Seguono i prodotti per la casa, la birra, i dolci, la carne, gli insaccati e le sigarette. Da notare che solamente un anno fa le sigarette e gli alcolici occupavano rispettivamente il quarto e il quinto posto della classifica. Ora invece hanno pesantemente perso posizioni. Un crollo di vendite dovuto prevalentemente alla decisione del governo di aumentarne i prezzi.

Le statistiche rivelano infatti un considerevole calo dei consumi di questi prodotti: il tabacco, ad esempio, ha segnato un -15,7% rispetto all’anno scorso; una tendenza che si osserva già da diversi anni.

Bisogna comunque precisare che i dati differiscono a seconda della fonte: nei punti vendita del gruppo Auchan in Russia, ad esempio, la vetta della classifica dei prodotti più venduti è occupata da fiammiferi, banane, zucchero, cipolle e crostini all’aglio.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie