Gli aeroporti russi cambiano nome: da ora Sheremetevo si chiamerà Pushkin

AFP
Il decreto è stato firmato dal presidente Putin. Lo scalo di Domodedovo ribattezzato Lomonosov, Vnukovo ora è Tupolev

Gli aeroporti russi cambiano nome. Il presidente Vladimir Putin ha firmato un decreto sull’assegnazione di nomi di eminenti figure della cultura russa a 44 aeroporti internazionali di Mosca e altre città. Il documento è stato pubblicato sul portale della Gazzetta ufficiale. Fra le città interessate dal decreto ci sono anche Nizhnij Novgorod, Novosibirsk, Omsk, Penza e altre.

E così l’aeroporto Sheremetevo di Mosca è stato ribattezzato in onore dello scrittore russo Aleksandr Pushkin, Domodedovo dello scienziato Mikhail Lomonosov e l’aeroporto Vnukovo del progettista di aerei sovietici Andrej Tupolev.

Il decreto entra in vigore nel giorno della sua firma, il 31 maggio. Il codice aeroportuale, tuttavia, dovrebbe restare invariato. 

La votazione per l’assegnazione dei nomi si è svolta nell’ambito del concorso “Great Names of Russia”, al quale hanno partecipato più di 5 milioni di persone. I risultati della votazione finale sono stati pubblicati il 4 dicembre.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie