Atmosfere imperiali e costumi ottocenteschi al Gran Ballo Russo a Roma

Ufficio stampa
La nuova edizione ha reso omaggio al compositore Petr Chajkovskij e alla sua opera “Lo Schiaccianoci”

Un tuffo nelle atmosfere imperiali di inizio Ottocento, tra valzer, perle, merletti e gonne rigonfie. È il Gran Ballo Russo, tornato quest’anno con una nuova edizione, la VII. Il 12 gennaio a Palazzo Brancaccio a Roma si sono dati appuntamento numerosi vip, tra cui la coreografa Anastasia Kuzmina, protagonista dell'ultima edizione del programma "Ballando con le stelle" di Rai 1, l'attore americano Randall Paul e il campione italiano di judo Felice Mariani, oltre ai rappresentanti del mondo culturale, diplomatico e istituzionale, per una serata dedicata al grande compositore russoPetr Chajkovskij e alla sua opera “Lo Schiaccianoci”.

Nato come evento socio-culturale finalizzato a rafforzare i rapporti tra i due paesi, il Gran Ballo Russo è diventato negli anni un appuntamento fisso, durante il quale si rende omaggio ai personaggi che hanno segnato la storia del paese.

L’edizione precedente era stata dedicata ai Romanov; quest’anno il protagonista dell’evento è stato invece il compositore russo del tardoromanticismo, le cui opere sono tra le più note del repertorio classico. A lui durante la serata sono stati dedicati balli, musiche ed esibizioni.

Come di consueto, l’evento è stato impreziosito dagli straordinari costumi d’epoca realizzati da sartorie artigianali italiane e internazionali. Un'atmosfera ulteriormente arricchita da musiche solenni, dal galateo e dalle antiche tradizioni che per una serata sono tornate in auge nel cuore di Roma.

L’evento, ideato ed organizzato dalla Compagnia Nazionale di Danza Storica di Nino Graziano Luca, da Eventi-Rome e dall'associazione culturale "Amici della Grande Russia" di Yulia Bazarova e Paolo Dragonetti De Torres Rutili, è stato patrocinato dal Comune di Roma, dalla Camera di Commercio Italo-Russa, dal Centro per la Scienza e la Cultura Russa e dal Foro di Dialogo tra Italia e Russia.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie