I russi, lettori voraci: solo il 4% della popolazione non legge libri

Vostock-Photo
Secondo un recente sondaggio, quasi il 90% degli intervistati possiede una libreria in casa. Tra i generi più diffusi: classici, storia, letteratura per bambini e volumi sul giardinaggio

Da sempre i russi hanno fama di essere lettori voraci . Lo confermano anche i risultati di un recente sondaggio condotto dal centro VTSIOM, secondo il quale solo il 4% della popolazione non legge mai.

E sugli scaffali dei russi non ci sono solo Shakespeare e Tolstoj: solo il 26% degli intervistati rivela infatti di leggere i classici della letteratura russa e internazionale. Una percentuale che raggiunge il 36% se si prende in considerazione la fetta di popolazione con una formazione universitaria.

Il 31% della popolazione dice di amare la letteratura per bambini: libri che vengono letti ai propri figli. Seguono i libri di storia, “divorati” dal 30% della popolazione.

Il 27% dei russi legge regolarmente libri di faccende domestiche o giardinaggio, mentre il 21% preferisce argomenti scientifici.

Solo il 10% della popolazione rivela di leggere prevalentemente poesia.

Secondo lo stesso sondaggio, l’87% dei russi possiede una libreria in casa. Il 10% afferma di possedere più di 500, qualcuno addirittura più di 1.000 libri.

Il sondaggio è stato realizzato l’8 settembre 2018 su un campione di 1.600 persone.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie