Foto osé e immagini provocanti fino all’eccesso: la pubblicità del gelato in Russia fa scandalo

Alcreme
Ha fatto infuriare molte persone la campagna promozionale lanciata da un brand locale di gelato, accusato di sessismo e oggettivizzazione del corpo femminile

Producono gelati “corretti” con l’alcol e pubblicità che causano scalpore e indignazione. Un brand di gelati russi in questi giorni ha fatto infuriare molti utenti di internet a seguito delle immagini scelte per l’ultima campagna pubblicitaria.
In questa foto, ad esempio, una modella posa a gambe aperte e con una sola coppetta di gelato come forma di copertura.

In un’altra immagine, invece, la ragazza copre il seno nudo con due coni.

Ma la controversa sessione di foto si spinge oltre...

Molti utenti di internet hanno parlato di “pubblicità offensiva”. “Banale e mediocre”, ha tuonato un utente di Instagram. Altri hanno definito questa promozione “disgustosa”, arrivando ad augurare il fallimento alla società.
“Nel 2018 continuate a vendere i vostri prodotti sfruttando ripugnanti immagini che oggettivizzano la donna e la sessualità? Wow! Non potevate trovare PR più banali e privi di talento”, ha scritto, furibondo, un utente nella sezione commenti.

Ma c’è chi prende le difese dell’azienda: “Sono riuciti nel loro intento, ovvero quello di far parlare di sé.

I manager della società hanno risposto: “Ovviamente non ci aspettavamo così tanto scalpore. Prendiamo con leggerezza i commenti negativi e leggiamo con un sorriso i commenti positivi”, ha detto Nikita Scherbakov, direttore marketing della società.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie