Cartoline dai banchi di scuola: dieci situazioni che ogni russo ricorda con affetto

Dagli scherzi tra i compagni alle prese in giro degli insegnanti. Chi non ha combinato qualche marachella in classe? In vista del suono della prima campanella, abbiamo selezionato alcuni memorabili momenti che accomunano molti ex alunni russi

Arrivare il primo giorno di scuola con un mazzo di fiori in mano… e realizzare in quale situazione ti sei cacciato!

Un fallimentare tentativo di raccontare per iscritto le proprie vacanze estive. Tema: Racconta come hai trascorso l’estate. Svolgimento: Sesso, droga e rock-n-roll. Il voto non può che essere da bocciatura

Chi non ha lasciato un indelebile segno sui banchi di scuola? “Parta” in russo significa “banco di scuola”

Neve, pioggia e ghiaccio spesso rappresentano una sfida non da poco per i ragazzi che si recano a scuola

A volte il tempo durante le lezioni non passa mai. Meglio allora dare sfogo alla propria creativà

Quando non si vedeva l’ora che suonasse la campanella per dar fine all’ardua lezione di ginnastica

Voler sperimentare con la moda... ed esagerare!

Fare del proprio meglio per dimostrare di aver studiato sotto l’occhio vigile (e minaccioso) degli insegnanti

Questo sì che è un festeggiamento!

Uno dei momenti più attesi e memorabili: il giorno dell’Ultima Campanella

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie