“Dimmi che mi ami”: i pericolosi sottotesti delle frasi romantiche

Getty Images
Lo psicologo Mikhail Litvak ci spiega come certe dichiarazioni d’amore ci possano rivelare molto delle persone che le pronunciano. E quando è il caso di stare alla larga da certe relazioni tossiche

1. “Non posso vivere senza di te”

Questa frase era una delle preferite delle donne sovietiche e rimane popolare ancora oggi. Lo psicologo Mikhail Litvak al riguardo dice: “La stragrande maggioranza delle donne russe ci ha permesso con questa espressione di esprimere inclinazioni pedofile, perché queste sono le parole di un bambino, non di una persona adulta. Le nostre donne vogliono essere mamme e crescere i loro mariti, per assumere la posizione più forte nella famiglia. Nella mia mente, questa è una patologia. Una coppia è normale quando il contributo di entrambi alla relazione è uguale.”

2. “Quando sei con me, mi dimentico di alcol e sigarette”

Litvak: “Puoi facilmente distinguere un maiale da un uomo e non sposeresti il primo. A meno che tu non sia zoofila. Un alcolista è un animale simile al maiale: entrambi grugniscono. Solo un tossicodipendente può produrre una frase del genere, e solo un malinteso significato psicologico della parola “donna” potrebbe scegliere queste parole come una dichiarazione d’amore desiderabile”. Tuttavia, molte donne russe amano ascoltare questa frase.

3. “Senza di te, non sono felice. Sei pura felicità per me”

Sembra magnifico, vero? A un primo sguardo sì, ma a un’ulteriore analisi c’è qualcosa di fuorviante.
Litvak: “È un segno di un amore che dà dipendenza ed è malsano. Di solito, tali sentimenti appaiono quando troviamo tratti caratteriali che noi non abbiamo nell’oggetto del desiderio. Immaginate di essere un’auto potente, bella, ma senza le ruote. E quella donna è una ruota. Certamente, ho bisogno di questa relazione, perché sono inutile senza di lei. Ciò significa che sono difettoso, mi manca qualcosa. La miglior via d’uscita è scappare da lei e svilupparsi e diventare ‘migliore’, ‘farsi crescere le ruote’, ma non formare una coppia con lei, poiché la cosa renderà entrambi infelici.”

4. “Io guadagnerò da vivere. La mia donna deve stare a casa”

Litvak è sicuro che la migliore definizione di amore è “una forte volontà di aiutare il partner a progredire e raggiungere il successo”. Di conseguenza, un uomo amorevole non bloccherà la sua compagna a casa, dove è certa di non progredire e può addirittura regredire.
La raccomandazione di Litvak: “Dimentica un uomo che vuole interrompere il tuo sviluppo personale o diventerai una prostituta latente. Il denaro non è l’obiettivo del lavoro. La realizzazione di sé lo è. È meglio essere una parrucchiera che una casalinga. Non c’è amore dove c’è dipendenza.”

5. “Non ti farò mai del male”

Se una donna ha un debole per questa dichiarazione di passione, mostra che sotto sotto, nella sua mente, si aspetta dolore e violenza.
Litvak: “È un peccato, ma l’idea principale con cui le ragazze sono ancora cresciute in Russia è sposarsi in un modo o nell’altro e poi portare la croce mentre ci si lamenta di quanto si è infelici. A loro viene insegnato di essere masochiste e di trarre piacere da dolori di qualsiasi tipo.”

Mikhail Litvak crede che una relazione “sana”, che faccia da base a una famiglia felice, inizi con questa frase: “Condividiamo gioie e dolori e impariamo a superare tutte le difficoltà insieme”.

Com’è la famiglia russa? Ecco cinque modelli a confronto 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie