Kroshik, la foca amica dell’uomo è ora una star di internet

Vladimir Gromov/Friends of the Baltic Ringed Seals Foundation
Ha sabotato ogni tentativo di essere rimessa in libertà e adesso, tra sguazzate in piscina e giochi con i suoi amici umani, ha addirittura ottenuto la fama sui social network

Kroshik la Foca è diventata la mascotte non ufficiale di San Pietroburgo. Le foto di questo tenero cucciolo stanno infatti facendo il giro del web, collezionando migliaia di “mi piace”.
Ecco l’ultimo servizio fotografico caricato sui social network. In questi scatti si vede come la piccola foca cerca di trovare refrigerio dal caldo torrido dell’estate di San Pietroburgo.
“Stiamo cambiando con maggior frequenza l’acqua delle piscine, per evitare che si riscaldi”, hanno fatto sapere i suoi amici umani.
Kroshik (che si potrebbe tradurre come “briciolina”) si è abituata a vivere insieme agli umani dopo essere stata salvata dalle acque del lago Ladoga. E ciò che l’ha resa una vera e propria star, è stata la sua decisione di non essere rimessa in libertà. Come vi abbiamo già raccontato, infatti, il cucciolo è stato accolto in un centro di San Pietroburgo dopo essere stato salvato da un pescatore tra le acque del lago e ha “sabotato” ogni tentativo di essere rimesso in libertà.

I biologi hanno cercato di liberare Kroshik nell’estate 2016. Ma è stato un tentativo del tutto fallimentare. La foca, infatti, ha nuotato per 15 minuti nel lago ma ha subito fatto dietrofront verso i suoi amici umani. 
Un secondo tentativo è stato fatto anche nel 2017, con risultati ancor peggiori: Kroshik si è allontanata, ma ben presto si è venuti a sapere che c’era una foca che stava “spaventando” i bagnanti sulle spiagge locali, avvicinandosi e cercando contatti con loro. I biologi hanno immediatamente riconosciuto Kroshik. Così hanno riportato al centro lap iccola foca, che ha iniziato a comportarsi come se fosse tornata finalmente a casa.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Leggi di più
Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie