I mondiali del sesso? È polemica per le relazioni tra ragazze russe e tifosi stranieri

Ilya Pitalev/Sputnik
Tinder è sovraccarico e gli esotici supporter presenti a migliaia nelle città che ospitano il torneo di calcio sanno cosa fare tra una partita e l’altra. A qualcuno, tra politici, giornalisti e hater da social network, questa promiscuità non piace, ma le donne difendono la loro libertà, anche a letto

Tinder non è mai stato così rovente come in questi giorni nelle città russe che ospitano i Mondiali. “È come una festa!”. La rivista Zima cita le parole di Kristina (non è il suo vero nome). “In questo momento sono in contatto con un bell’australiano, due bellissimi argentini, un bel messicano… e non si tratta solo di sesso. Io comunico con alcuni ragazzi anche solo per divertirmi e chattare.”

Ma molte persone usano l’app di appuntamenti per le classiche avventure di una notte. Gazeta.ru cita Julian, un colombiano di 30 anni: “Tutti sanno a cosa serve Tinder. Certo, nessuno è contrario a passare del tempo in buona compagnia senza fare sesso… ma ho incontrato cinque ragazze e tutte sono state all’altezza a letto!”

Il fornitore di rete Mts ha notato che il traffico di Tinder è aumentato di 11 volte a giugno rispetto ai sei mesi precedenti. L’amore (e/o la lussuria) nell’aria durante questa Coppa del Mondo, tuttavia, non piace a tutti.

I politici russi e il sesso

Tamara Pletnjova, presidente della Commissione per la famiglia, le donne e l’infanzia alla Duma, ha fatto notizia nei giorni che hanno preceduto la Coppa del mondo. Ha esortato le donne russe a resistere alla tentazione di essere “vivaci” con gli stranieri. “Ci saranno ragazze che usciranno con uomini e rimarranno incinte? Forse sì, forse no… spero di no”, ha detto a Radio Govorit Moskva.

“Dovremmo dare alla luce figli nostri, russi… Non sono una nazionalista, ma nondimeno…”, ha proseguito Pletnjova, sottolineando che “è meglio scegliere partner sessuali della stessa nazionalità”, e ha espresso il timore che i tifosi che fanno sesso con donne russe “si dilegueranno e le lasceranno con figli senza padre”.

Non sono affari della politica

Tuttavia, alcune persone credono che i politici non abbiano il diritto di approvare o disapprovare alcun tipo di relazione personale, comprese quelle sessuali. “Non c’è differenza, quando cercano di proibirci di fare sesso: con un vicino di casa o con uno straniero, con una donna o con un uomo, prima, durante o dopo la Coppa del Mondo, non sono affari loro”, ha scritto Ekaterina Tropova, editorialista di Gazeta.ru.

Il portavoce di Vladimir Putin, Dmitrij Peskov, ha espresso un punto di vista simile, sottolineando che il Cremlino non si preoccupa di chi va a letto con chi: “Per quanto riguarda le nostre donne russe, seguiranno la loro coscienza. Sono le migliori del mondo.”

Molti uomini russi sono infuriati

Per quanto possano essere importuni, non sono solo i politici ad interessarsi alle relazioni delle donne russe con gli stranieri. Ci sono gruppi su VKontakte (il social network più popolare in Russia) dove la gente pubblica foto e video di ragazze che, secondo quanto pensano loro, stanno “disonorando la Russia” con i loro flirt. Gli amministratori del sito hanno chiuso alcuni di questi gruppi più popolari e avvertito che “questo comportamento offensivo è vietato”.

Ma non sono solo gli utenti ordinari di Internet a lamentarsi delle ragazze russe, appellandole con termini che richiamano il mestiere più antico del mondo. Il giornale Moskovskij Komsomolets ha pubblicato un editoriale di Platon Besedin, uno scrittore russo, che ha scritto: “Siamo orgogliosi della Russia che smentisce gli stereotipi su se stessa, ma ce n’è uno che sopravvive in pieno durante la Coppa del Mondo: che le donne russe siano facili…”.

“Abbiamo prodotto una generazione di zoccole pronte ad aprire le gambe non appena sentono parlare una lingua straniera”, continua Besedin, incolpando della cosa “il clima di adorazione dell’Occidente”. Il suo editoriale ha provocato indignazione.

Le donne contrattaccano

Non mancano articoli scritti da donne che criticano gli uomini che scelgono di attaccare l’altro sesso. Cosmopolitan Russia ha pubblicato un editoriale sarcastico che risponde all’opinione di Besedin. “Gli uomini russi arrabbiati non capiscono che una donna è anche una persona che potrebbe voler fare sesso con chiunque desideri… Gli uomini non considerano una donna un essere umano, quindi non vedono nulla di sbagliato nell’insultare metà della nazione a mezzo stampa”.

Qualcuno suppone che gli uomini che gridano contro le “zoccole” siano solo gelosi, dato che molte donne russe preferiscono gli stranieri ai russi, in ​​questo momento. Marina, una donna citata in un articolo della rivista Zima, dice: “È più facile comunicare con gli stranieri, sono più estroversi. A loro piace chattare, andare in giro, flirtare, e andare oltre il semplice flirt, dipende da come va. Con i russi, ad un appuntamento, mi sento spesso di essere a un concorso di bellezza”.

“Sì, gli uomini stranieri sono più belli dei russi! E più sani, più puliti!”, ha scritto Anastasia Mironova su Gazeta.ru, spingendosi fino a definire tutti i maschi russi “sottosviluppati”.

Natalja Sobolevskaja, una project manager di Mosca, ha rimesso tutti d’accordo su Twitter: “Dio, certo che ci sono uomini normali in Russia, e anche ottimi! E attenzione: non sono incazzati, stanno comunque bene. Non devono invidiare nessuno o vergognarsi di nessuno”.

Eppure c’è chi va controcorrente: Addio maschio italiano, ecco le donne che sposano i russi 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie