Russia, dopo il 5-0 contro l’Arabia Saudita, gli scettici hanno dovuto ricredersi

Reuters
Lo spettacolo sui social network è stato quasi superiore a quello in campo, dopo la partita inaugurale dei mondiali, e dalla sfiducia della vigilia si è passati all’euforia e al “lo dicevo io…”

Alla vigilia le aspettative dei russi nei confronti della loro nazionale erano molto basse, nella Coppa del Mondo 2018, ma dopo la prima partita tutto è cambiato.

Il match di apertura a Mosca è stato uno spettacolo da vedere (e gli statistici ci hanno detto che è stata la più larga vittoria in una gara di apertura dei Mondiali dopo il 7-1 rifilato dall’Italia agli Stati Uniti a Roma nel 1934). E con le belle prove di Denis Cheryshev e Aleksandr Golovin, la sbornaja ha impressionato gli esperti e infiammato il Twitter russo. Vi riportiamo i punti salienti:

Cambiare idea si può

L’improvvisa scoperta della fiducia per la nazionale è stato il tema clou sui social della scorsa serata, poiché ora il Paese deve riunirsi e fingere di aver creduto nei suoi ragazzi da sempre.

Un fan ha scritto: “*Tutta la mia vita*: la Russia è una squadretta, i giocatori sono pagati troppo, mio ​​dio, non voglio guardare questa vergogna! *La Russia strapazza l’Arabia Saudita 5-0*: Incredibile, ho sempre creduto in loro! Il nostro Paese è il migliore!”

Questo fan si è persino rifiutato di credere che fosse davvero la sua squadra: “1-0 - Oh, hanno segnato, bene. 2-0 - Ooh, qualcosa sanno ancora fare. 3-0 - Bravi! Ma è davvero la nostra squadra? 4-0 - HAI VISTO COME HA SEGNATO CON L’ESTERNO? NO DAVVERO, HAI VISTO??? 5-0 - Nazionale tedesca, cambiati la maglia. Ti abbiamo riconosciuta!”

Anche il sindaco di Mosca, Sergej Sobjanin, si è espresso, ammettendo il suo iniziale scetticismo: “[…]Quando hanno segnato il primo gol, ho pensato che fosse un grande inizio. Dopo la quinta rete, ha avuto la sensazione di una grande festa nazionale. Ben fatto! Avanti, Russia!”

Molta attenzione è stata rivolta anche al compiacimento di Putin di fronte al principe ereditario saudita Mohammed bin Salman: “Ehi, scusa”

Le star del match

I centrocampisti Denis Cheryshev (che ha segnato due bei gol) e Aleksandr Golovìn, che piace alla Juventus (e che ha messo a segno un calcio di punizione perfetto e fatto due assist), hanno ottenuto la maggior parte dei plausi. Potete vedere le migliori azioni di Golovin qui:

“Ci sono 19 giocatori in campo e un genio. Finalmente, la Russia ha dato alla luce un vero calciatore. Golovin!!!”

Il colpo decisivo di Cheryshev per il secondo gol ha fatto impazzire i fan: “Cheryshev ha chiamato due ragazzi per un primo buffet”

“Sapevo che potevamo farcela”

Alcuni non erano così prevenuti. “Ho detto prima della partita che sarebbe finita 2 o 3 a zero,” ci dice Stanislaw Minin, commentatore del canale russo Match TV. “È stata una grande serata, ma non sono stato troppo sorpreso, perché non mi aspettavo molto dagli avversari. Cheryshev ha lavorato bene sulla fascia quando è entrato e ha dimostrato che possiamo sostituire Dzagoev. Sapevo che potevamo farcela”.

“La vera sfida sarà la prossima partita contro l’Egitto, anche se saranno una squadra diversa se Salah non ce la farà a giocare. Ma anche senza di lui, hanno alcuni buoni giocatori che giocano in Inghilterra. Mi aspetto che ci diano più filo da torcere”. In effetti l’Egitto pur senza Salah, rimasto in panchina, ha giocato un ottimo match oggi contro la favorita del girone, l’Uruguay, subendo il gol della sconfitta per uno a zero (testa di Gimenez su punizione; quasi un corner corto) solo al novantesimo. Russia-Egitto si giocherà il 19 giugno alle 20 (ora italiana) a San Pietroburgo.

L’unica soddisfazione calcistica dei tifosi russi nel dopo Urss? Ricordate Euro 2008? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie