Perché gli stranieri preferiscono la dacia a un’isola deserta?

Vladimir Smirnov/TASS
L’atteggiamento dei russi nei confronti delle proprie case di campagna è fatto di amore ed odio. Una cosa che non vale per gli expat, che non vedono l’ora di immergersi nella natura, lontano dal caos delle città

“Era una di quelle mattine di lavoro domenicale. Ero distrutta dalla settimana di lavoro e quel giorno sarei dovuta andare in dacia per riportare mia mamma in città”, racconta Elena, guida turistica. “Quel giorno una coppia di turisti olandesi mi disse di aver sentito che la campagna russa è un luogo splendido. E che avrebbero voluto vederla. Inutile dire che me li sono portati con me in dacia”.

Deliziose casette in legno con finestre che sembrano ricamate, una simpatica signora con lo scialle appoggiato sulle spalle seduta vicino all’ingresso, e in soggiorno, un antico samovar. È così che la maggior parte degli stranieri immagina la vita russa di campagna. Un angolo di silenzio e natura.
Ma la realtà può rivelarsi ben diversa: la dacia russa è un luogo in cui si deve lavorare sodo per curare i fiori e l’orto, per realizzare quei costanti lavoretti di manutenzione di cui c’è sempre bisogno. Ma allora perché gli stranieri sono così affascinati da questo stile di vita?
Il volto esotico della Russia
Maks dalla Nuova Zelanda ha sposato una ragazza russa e vive a Mosca da cinque anni. La sua famiglia possiede una dacia in legno risalente agli anni Cinquanta, costruita dal nonno di sua moglie senza acqua corrente e senza il bagno. Ma tre anni fa hanno completamente ristrutturato la casa, e ora possono rilassarsi in campagna in qualsiasi stagione dell’anno.

“Aria pulita, la natura, la possibilità di sedersi al sole... abbiamo la fortuna di avere un lago dove poter nuotare durante l’estate”, racconta Maks, convinto che andare in dacia corrisponda sempre ad andare un po’ in vacanza.
Tra amici e natura
Håkan, dalla Svezia, vive in Russia da sette anni ed è convinto che la dacia dei suoi suoceri sia il luogo ideale per organizzare cene e riunioni con gli amici. Possiede infatti una moderna casa in legno a due piani, con banya, piscina coperta e un sacco di camere per gli ospiti.

Spesso la famiglia di Håkan ospita anche amici che vengono dalla Svezia. “Ma vi svelo un segreto – confessa -, molti di loro vengono principalmente per l’ottimo cibo che cucina mia suocera e per assaggiare le verdure che noi stessi coltiviamo nell’orto!”.
Un luogo di relax
“L’idea di avventurarsi nella natura, di lavorare la terra e coltivare il proprio orto è molto più rilassante che restare a casa seduto in divano”, dice Hugh dall’Irlanda. Hugh vive a Mosca da dieci anni e dice di aver sempre avuto un debole per la dacia.

“Vicino alla nostra casa di campagna c’è un fiume ed è bello concedersi delle passeggiate e rilassarsi. È un momento importante per mettersi in contatto con Madre Natura”, dice.
Leggi anche: In dacia, quando il relax incontra la natura 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie