Che volto ha la profonda provincia russa?

Queste belle immagini di Dmitrij Markov fotografano una Russia genuina e non sempre nota al turista straniero; spesso melanconica, ma sempre ricca di umanità

Sapete com’è la vita al di fuori delle grandi città della Russia? Se no, date un’occhiata al lavoro del fotografo russo Dmitrij Markov. Le sue straordinarie immagini della Russia di provincia gli hanno permesso di guadagnare un vasto pubblico di oltre 200 mila follower su Instagram e 142 dei suoi capolavori, scattati nel periodo 2013-2017 sono stati recentemente pubblicati in un libro intitolato “Chernovìk” (“Brutta copia”). 

Jantarnij, Regione di Kaliningrad

Dmitrij ha iniziato questo progetto fotografico nel 2013, quando è diventato il primo fotografo russo a ricevere una sovvenzione da Instagram e Getty Images, che supporta i fotografi che documentano storie di comunità sottorappresentate in tutto il mondo tramite Instagram. Ha iniziato a scattare foto con un iPhone e le ha pubblicate sulla sua pagina Instagram. Anche Apple ha condiviso una delle sue foto #ShotonIphone l’anno scorso. 

Idritsa, Regione di Pskov

Ciò che è iniziato come una sorta di esperimento, si è evoluto in un ritratto unico della Russia moderna, catturando la vita delle persone comuni; bambini, anziani, studenti, militari, passeggeri dei treni, venditori, operai e senzatetto.

Jurevets, Regione di Ivanovo

Stazione di Ljubjatovo, Pskov

“Alcune delle mie storie fotografiche sembrano malinconiche per gli spettatori, se non addirittura tristi. Eppure, a me, aiutano a trovare la pace: quando riesco a catturare questa malinconia nel testo o nella fotografia, sembra che parte della malinconia che sento scompaia”, ha scritto Dmitrij nel suo libro “Chernovìk”.

Pskov

Dmitrij vive a Pskov (730 chilometri a nord-ovest di Mosca) e non si occupa solo di fotografia. È anche assistente sociale e volontario in collegi psico-neurologici per bambini e adolescenti difficili. Essendo diventato fotografo professionista dopo un’infanzia un po’ sbandata, la documentazione dei problemi sociali è rimasta sempre l’obiettivo principale del suo lavoro.

Kungur, Regione di Perm

Pskov

Nel suo libro, Markov afferma di raccontare il Paese reale, così com’è fuori dalle grandi città. Non giudica né cerca di tracciare una linea tra chi ha e chi non ha. Per come la vede lui, il benessere sociale non è un fattore che differenzia le persone in “buone o cattive, intelligenti o stupide, felici o infelici”.

Novozybkov, Regione di Brjansk

Rostov, Regione di Jaroslavl

Sebezh, Regione di Pskov

“Molti pensano che fotografare le persone che vivono nelle province sia pericoloso. Posso dire che non ho mai affrontato situazioni di conflitto o segni di aggressione”, scrive. “Credo che tutto dipenda dall’atteggiamento che hai. La gente comune accoglie positivamente gli estranei che mostrano interesse per loro: penso che sia perché raramente vedono un simile interesse nei loro confronti”.

Novorzhev, Regione di Pskov

Dedovichij, Regione di Pskov

Khuzhir, Regione di Irkutsk

Dmitrij lavora con Getty Images, Esquire, National Geographic, Burn Magazine e testate russe come Takie Delà e Afisha. Ha vinto il prestigioso Silver Camera e PhotoPhilanthropy Activist Awards, e le sue foto sono state esposte sia in Russia che all’estero. 

Khuzhir, Regione di Irkutsk

Sebezh, Regione di Pskov

La vita al di fuori di Mosca e San Pietroburgo è davvero molto diversa, ma dalle provincia arrivano grandi storie. Basta dare un’occhiata all’account Instagram del venticinquenne Rustam, di Ufà (circa 1.300 chilometri a est di Mosca), che ha perso entrambe le gambe in un crollo, ma sa trasmettere tanta gioia di vivere. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond