Gala e le altre, donne che hanno segnato la storia

Dalla celebre musa di Salvador Dalí alla prima professoressa di matematica del mondo. Il fascino, il talento e la determinazione di queste ragazze russe che hanno cambiato il destino del mondo

Ayn Rand (Alisa Rosenbaum), scrittrice e filosofa

Alisa Rosenbaum (1905-1982), meglio conosciuta come Ayn Rand, scrittrice, filosofa e sceneggiatrice statunitense, autrice del libro “La rivolta di Atlante” (Atlas Shrugged), famosa in tutto il mondo... era in realtà russa. Nacque a San Pietroburgo in una famiglia ebrea e lasciò la patria quando aveva 20 anni.

Il padre di Alisa possedeva una farmacia che venne nazionalizzata dopo la Rivoluzione. Ciò ovviamente segnò profondamente il pensiero della giovane Ayn.

Alisa studiò in una scuola cinematografica in Urss, prima di trasferirsi negli Stati Uniti per un tirocinio dove venne ospitata da una zia emigrata prima della Rivoluzione.

Con sorpresa di tutti, Alisa riuscì a ottenere il permesso di lasciare l’Unione Sovietica. Così la ragazza salutò la famiglia per rincorrere il proprio sogno in America.

Raggiunse il successo dopo aver pubblicato i romanzi “La fonte meravigliosa” (The Fountainhead) e “La rivolta di Atlante”.

Nei suoi scritti esplora l'individualismo e il collettivismo dell'animo umano, tracciando i punti chiave della sua filosofia oggettivista.

Sofia Kovalevskaya, la prima donna professoressa di matematica nel mondo

Sofia Kovalevskaya (1850-1891) fu la prima matematica e la prima professoressa di matematica nel mondo. Un talento che andava ben oltre, abbracciando anche il campo della scrittura: fu anche una scrittrice di successo.

Alla fine del XX secolo in Russia le donne non avevano grandi possibilità di seguire un percorso di studi di istruzione superiore. E per continuare gli studi all’estero, qualsiasi ragazza aveva bisogno di ottenere un permesso scritto da parte dei genitori.
Il sogno di Sofia Kovalevskaya era quello di studiare matematica, ma dovette scontrarsi con la contrarietà del padre.
Ma la giovane riuscì a convicere un amico di famiglia, il biologo Vladimir Kovalevsky, a contrarre un matrimonio fittizio per poter sfuggire alla volontà del padre. Il piano funzionò.

La coppia si trasferì a Heidelberg, in Germania, e lì Sofia studiò in un’università locale, prima di proseguire gli studi a Berlino.

Dopo il suicidio di suo marito, Sofia si trasferì a Stoccolma, dove con grosse difficoltà ottenne una cattedra all’università locale.

Lou Salomé, una delle prime donne psicoanaliste

Scrittrice, filosofa e psicoanalista, Lou Salome (1861-1937) era amica e musa di Friedrich Nietzsche, Sigmund Freud e Rainer Maria Rilke.

Essendo scrittrice e scienziato, questa giovane donna da sempre ebbe un grande fascino sugli uomini e talvolta ne influenzò il pensiero e le idee creative.

Nata a San Pietroburgo in una famiglia aristocratica di origini tedesche, dopo la morte del padre Salomé si trasferì in Svizzera per studiare.

Conobbe Freud nel 1911 e dedicò 25 anni della sua vita alla psicoanalisi. Scrisse numerosi libri, il più famoso dei quali è “Eroticism”, e oltre 130 articoli.

Gala Dalí (Elena Dyakonova), musa e manager di Salvador Dalí

Nata in Kazakistan nel 1894, si trasferì a Mosca insieme alla famiglia. Nel 1912 la giovane donna si recò in un sanatorio in Svizzera per curare la tubercolosi. E lì conobbe il poeta francese Paul Eluard. I due si sposarono e si trasferirono in Francia. Pochi anni dopo un pittore avanguardista tedesco, Max Ernst, si unì alla famiglia e lei iniziò a utilizzare lo pseudonimo di Gala.

Nel 1929, a 35 anni, Gala conobbe il 25enne Salvador Dalí. Si innamorò del giovane artista di talento e divenne moglie, modella, manager e musa dell’artista.

Negli anni Trenta i dipinti di Dalí iniziarono ad andare a ruba e l’artista arrivò a dire: “Adoro Gala più di mio padre, più di mia madre, più di Picasso. E più dei soldi. Grazie, Gala!”. Gala morì nel giugno 1982.

Sapete quali sono oggi le donne russe più influenti del Paese? Scopritelo qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie