Avete mai visto i graffiti nel bosco? La bomboletta spray va nella natura

Evgeny Сhes
Un artista di Mosca ha deciso di portare la moderna arte metropolitana nelle foreste e dipinge, invece che sui muri delle città, su grandi fogli di cellofan tesi tra due alberi. E il tutto viene poi tolto per non inquinare

L’artista di Mosca Evgeny Ches è un grande appassionato di CelloGraff, un nuovo tipo di graffiti. Invece di spruzzare muri di edifici in città, la tecnica utilizza come tela un foglio di cellofan teso tra due alberi.

“A un certo punto ho iniziato a dipingere su un telo di plastica. Ho visto su internet due ragazzi francesi che dipingevano in questo modo in città, e ho deciso di provare. Mi è venuta subito l’idea di dipingere i miei graffiti su pellicola trasparente, ma non per strada, in città, ma in mezzo alla natura. Ho pensato che ne sarebbero potute venirne fuori immagini molto interessanti, in cui lo stile dell’arte urbana è in armonia con i paesaggi naturali”.

Ches ha iniziato a dipingere animali nel tentativo di aumentare il suo pubblico, perché in precedenza i suoi fan erano per lo più solo patiti di graffiti. A volte cammina per tre ore per trovare un posto perfetto per il suo CelloGraff. L’artista dopo un po’ di tempo toglie le sue opere, per non inquinare l’ambiente.

“I Cellograffiti sono una buona cosa, perché puoi creare rapidamente un muro nel posto che vuoi”, spiega. “Puoi fare arte durante un picnic con gli amici, senza dimenticare di mettere poi la plastica nella spazzatura!”.

Gli animali di Ches sembrano incredibilmente reali, ma che dire di questi dipinti iperrealisti del pittore moscovita di Aleksej Butirskij, che sembrano foto?

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond