San Pietroburgo dichiara “guerra” alle stalattiti e arruola le Forze Speciali del Ghiaccio

Stefan Sauer/Global Look Press
Con l’arrivo del freddo inverno sui tetti degli edifici si formano pericolosi ghiaccioli che rischiano di staccarsi e cadere sulle teste dei passanti. Ma ora le autorità russe hanno deciso di intervenire formando un nuovo dipartimento di pronto intervento

L’arrivo dell’inverno in Russia porta con sé svariate insidie: strade gelate, scalini scivolosi, temperature polari... e affilate stalattiti di ghiaccio che penzolano dai tetti degli edifici, con il rischio di cadere in testa a ignari passanti!

Per questo le autorità di San Pietroburgo hanno deciso di creare e rendere operativo un nuovo dipartimento che si occupi della rimozione di questi enormi ghiaccioli. Il loro compito sarà quello di evitare che questi grandissimi pezzi di ghiaccio si stacchino dal bordo dei palazzi, centrando in pieno chi passa di sotto.

La notizia è stata riportata su Facebook da un attivista per i diritti umani, che ha pubblicato l’immagine con il documento ufficiale che descrive il ruolo delle Forze Speciali del Ghiaccio. Gli uomini di questo reparto dovranno, fra i vari compiti, monitorare le facciate degli edifici per verificare la formazione di eventuali stalattiti.

Così come si legge sul documento, il dipartimento utilizzerà una particolare tecnologia per rimuovere i ghiaccioli prima che si stacchino per via del peso.

Fino ad ora per la loro rimozione venivano utilizzati lunghi pali in ferro. “È giunto il momento di trovare una soluzione alternativa per mantenere in sicurezza i marciapiedi e le strade - hanno fatto sapere le autorità di San Pietroburgo -. Le stalattiti dovranno essere eliminate con laser o con una tecnologia a base di vapore”.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie