I russi sono meno pessimisti in merito alla loro situazione finanziaria

Aleksei Gyngazov/Global Look Press
Una percezione che potrebbe essere dettata dal lento ma stabile aumento dei salari e dei consumi. A dimostrarsi più ottimisti sono i ragazzi al di sotto dei 30 anni

I russi stanno diventando meno pessimisti in merito alla loro situazione finanziaria. Lo rivela un recente sondaggio. Ciò ovviamente non significa che la gente sia diventata all’improvviso più ottimista: ne emerge, tra le varie cose, semplicemente un atteggiamento più transigente nei confronti della fragile situazione economica nella quale versa il Paese.
Tuttavia, rispetto all’anno scorso, la percentuale di coloro che intravedono segnali positivi nell’aria è raddoppiata rispetto alla fetta di popolazione più pessimista, passando dal 19,1% del 2016 all’11,7 del 2017.
Secondo gli esperti, questo cambio di atteggiamento potrebbe essere collegato al lento, seppur stabile, aumento dei salari e dei consumi.
Tra i più ottimisti si registrano soprattutto ragazzi al di sotto dei 30 anni, mentre gli over 50 si dicono ben lontani dal condividere questa valutazione, dimostrando al contrario maggior allarmismo e pessimismo nei confronti del futuro.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale