Vuoi finire in carcere in Russia? 7 folli consigli criminali

Legion Media
Ci vuole del genio per intraprendere la strada della malavita. O quantomeno un po’ di intelligenza e razionalità, e un pizzico di buona sorte. Tutto ciò è mancato ai russi protagonisti di queste storie vere, che con tentativi incredibili e gesti insani si sono messi davvero nei guai
  1. Colpisci per primo

Sei un aspirante criminale? Regola numero uno: chi colpisce per primo, colpisce due volte. Prima colpisci, poi, semmai, chiedi. A quanto pare questo è l'unico modo per sopravvivere anche alla dura realtà delle strade di San Pietroburgo.

E così ha fatto questo ragazzo. Mentre camminava con un amico, uno sguardo troppo fisso non gli è piaciuto per niente. Qualcuno lo guardava con fare insolente, al numero 3 di via Bolshaja Pushkarskaja, proprio dove sorge un palazzo dei primi del Novecento in stile eclettico, la Casa Kirillov. E lui è passato subito all’azione contro quello spaccone che non abbassava gli occhi con aria di sfida. Gli è saltato addosso e con un paio di colpi ben assestati gli ha staccato la testa e se l’è portata via come trofeo. È stato arrestato la mattina successiva, riconosciuto grazie alle telecamere di sorveglianza. Appena ripresosi dai fumi dell’alcol, è stato il primo a stupirsi di avere con sé una testa di pietra, staccata a una statua. Per aver danneggiato un edificio storico rischia fino a 3 milioni di rubli di multa (43.700 euro) e fino a 400 ore di lavori forzati.

  1. Agisci d’istinto

I migliori maestri del crimine vi diranno che un’ottima pianificazione del colpo è tutto. Ma è vero? È proprio necessario studiare tutto nei minimi dettagli? Forse per un furterello basta seguire l’istinto, come ha fatto questo ragazzo, e colpire al momento giusto. Del resto, è l’occasione che fa l’uomo ladro. Certo però, meglio prima assicurarsi che la refurtiva non sia fissata con una corda d’acciaio e fare in modo che non ci sia una commessa esperta di arti marziali lì vicino…

  1. Sii irrazionalmente avido

Non puoi avere tutti i soldi di questo mondo. Lo sanno anche i geni del male alla Pablo Escobar. Ma quando la fortuna ti sorride inaspettatamente, a volte è difficile non perdere la testa e diventare irrazionalmente avidi.

Un uomo di Rostov sul Don (1.000 chilometri a sud di Mosca) è stato fortunato a notare un malfunzionamento del bancomat: per un errore emetteva banconote da 5.000 rubli (l’equivalente di 73 euro) al posto di quelle da 1.000 (14,60 euro). Così ha fatto quello che ogni persona sana avrebbe probabilmente fatto al suo posto, solo esagerando un pochettino: e ha ritirato tutti i suoi soldi, portando a casa cinque volte di più volte di quanto aveva in banca, ovvero oltre 14.000 euro, mentre sul conto ne aveva meno di 3.000. La sua fortuna è finita quando la polizia è arrivata a casa, lo ha prelevato, e lo ha portato in gattabuia.

  1. Sperimenta! La creatività è tutto

Un altro uomo di Rostov sul Don è riuscito a dare alla creatività un significato completamente nuovo. Si è dimostrato un abile artigiano e, come un mago, è riuscito a creare quattro banconote da 5.000 rubli (292 euro in totale) da tre banconote da 5.000 rubli (219 euro). Confusi? Ha approfittato del servizio della banca di dare nuove banconote in cambio di quelle danneggiate. Ne ha tagliate tre in due parti e ha portato queste tre metà al cassiere, che le ha debitamente scambiate per tre nuove di stampa. Poi è andato a casa e ha incollato due delle metà rimanenti, e voilà, quattro banconote!

Dopo che lo aveva fatto più volte, la banca si è insospettita e l’uomo è stato arrestato. Lezione: non fate mai le cose a metà.

  1. Trovati un secondo lavoro (falso)

Il direttore di una scuola sportiva di Severomorsk (1.900 chilometri a nord di Mosca) era insoddisfatto del suo magro salario, così si è messo nobilmente alla guida di una squadra di calcio giovanile, da lui stesso creata. Per il ruolo di manager si è riconosciuto un salario mensile di 65.000 rubli (950 euro). Purtroppo per lui, però, è stato presto scoperto l’inganno: molti atleti (calciatori a loro insaputa) erano ex studenti della sua scuola, e la squadra semplicemente non esisteva. È stato arrestato per malversazione.

  1. Niente cash, ruba giocattoli sessuali

Perché prendersi il rischio di rubare denaro contante da una banca? Saltate l'intermediario e saccheggiate direttamente il negozio dove comunque avreste speso quei soldi. Così ha fatto questo tipo, un diciannovenne di Lyubertsy, città a 25 chilometri dalla capitale. È entrato in un sexy shop dicendo di voler comprare una vagina artificiale, ha lungamente ascoltato i consigli della commessa e poi, all’improvviso, le ha sferrato un pugno in faccia ed è scappato con la refurtiva. È stato sfortunato, una pattuglia della polizia passava nei pressi del negozio e vedendo un giovane darsela a gambe con una vagina in mano gli agenti si sono insospettiti. Arrestato, rischia fino a dieci anni di reclusione.

  1. Ruba cavalli, non macchine

Ah, che fascino il buon vecchio furto di cavalli. Portare via auto è cosa ormai troppo prosaica per alcune persone. Volete mettere il vento che scompiglia la criniera…

Un uomo di Kizel (1.600 chilometri a est di Mosca) una sera stava bevendo qualcosa in compagnia di alcuni lavoratori del circo in tour in città, quando, legato a un palo vicino al vagone dove questi vivevano, ha visto un pony lasciato momentaneamente incustodito. Naturalmente, lo Zorro russo non ha potuto resistere alla tentazione: è saltato in sella e si è allontanato al galoppo. Beh, allontanato non troppo. Ha presto scoperto che, seppur meno romantiche, le auto della polizia, vanno più veloci dei cavalli.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale