Cosa fare per sopravvivere se incontrate un orso

Se vi imbattete in un orso, non fatevi prendere dal panico. Con molta probabilità sarà lui ad avere paura di voi!

Se vi imbattete in un orso, non fatevi prendere dal panico. Con molta probabilità sarà lui ad avere paura di voi!

Marko König / GlobalLookPress
In Russia l’evento (nelle foreste, non nel centro di Mosca!) non è così raro, e per questo il Ministero delle Situazioni di Emergenza ha preparato una guida con tutti i consigli

Contrariamente a quanto molti pensano all’estero, non vi imbatterete in un orso nel centro di Mosca. Se proprio volete vederne uno, dovrete andare in qualche fitta foresta, lontano dalle metropoli. In ogni caso, non sarà così semplice. Gli orsi sono animali guardinghi. Probabilmente si accorgeranno di voi ben prima che voi di loro e cercheranno di evitare di avvicinarvi. Ma se l’incontro dovesse aver luogo, beh allora probabilmente non sarebbe così piacevole per voi.

Recentemente un uomo è stato ucciso mentre era a caccia sull’Isola di Sakhalin. E non è un caso isolato nelle sperdute regioni russe. Quindi non pensiate che incontrare un orso sia l’occasione per farsi un bel selfie con cui stupire gli amici. Per evitare rischi, quando siete nella natura, ricordate questi semplici consigli del Ministero delle Situazioni di Emergenza russo (Mcs):

1) Accampatevi lontano dai sentieri dell’orso: le tracce assomigliano a due buchette poco profonde parallele a circa 20 centimetri l’una dall’altra;

2) Andate in gruppo. Il rumore di molte persone tiene gli orsi a distanza;

3) Conservate il cibo in container a tenuta stagna, perché l’odore può attirare gli orsi;

4) Sia all’accampamento che durante gli spostamenti fate rumore. Potete anche attaccare agli zaini delle campanelle. Gli orsi cercano di evitare ogni contatto con l’uomo, e se riescono a capire in tempo la sua presenza, si allontanano;

5) Evitate i posti dove gli orsi possono andare a caccia, in particolare i corsi dei fiumi, specialmente all’alba e al tramonto.

 

Se vi imbattete in un orso, ecco una lista di cose da sapere per cercare di salvare la pelle:

 

1) Evitate il panico. Se l’orso non si è accorto di voi, cercate di allontanarvi, senza attrarre la sua attenzione. Più è vicino nel momento in cui vi vede, più è alto il rischio di una sua reazione aggressiva di difesa. Se vi ha visto, probabilmente è spaventato. Gli animali, di solito, attaccano se sono feriti, impauriti o per proteggere i cuccioli. Se l’orso non dà segni di aggressione, dategli modo di allontanarsi.

2) Se invece sembra aggressivo, non mettetevi a correre. Gli orsi solo a prima vista sembrano lenti, in realtà possono correre ad oltre 60 chilometri orari, che è molto di più di quanto possiate fare voi. Si arrampicano anche molto bene sugli alberi, quindi anche l’idea di provare a ripararsi in alto, non è buona. Restate dove siete e non fate movimenti improvvisi.

3) Se un orso si alza su due zampe, non spaventatevi. Di solito questo significa che è curioso di vedere e sapere chi siete. Se invece tira in fuori il labbro inferiore e fa gesti aggressivi rivolto nella vostra direzione, vuole che ve ne andiate. Muovetevi all’indietro in diagonale, più lentamente che potete. Non voltatevi! Bisogna sempre dare la faccia all’orso. Se vi viene dietro, fermatevi e mantenete saldamente la posizione.

4) Cercate di evitare di guardarlo dritto negli occhi, nel mondo animale significa aggressione. Parlate con calma e con sicurezza.

5) Se l’orso non vi lascia allontanare e sembra prepararsi all’attacco, potete provare a spaventarlo alzando la voce, fischiando o battendo forte le mani. Questo comportamento inaspettato potrebbe convincerlo ad andarsene.

6) Se siete in gruppo non disperdetevi, scappando in diverse direzioni. Anzi, state insieme e fate più rumore possibile; questo dovrebbe spaventare l’animale.

7) La situazione più pericolosa è se incontrate una mamma orsa con i suoi cuccioli. I piccoli sono molto curiosi e potrebbero per questo iniziare a seguirvi. Se lo fanno, allontanatevi e cercate di non farvi seguire. È importante cercare di evitare il contatto con la madre, che sarà sicuramente nei pressi. Non cercate nella maniera più assoluta di accarezzare il piccolo, giocare con lui o fare foto!

8) Se un orso vi attacca, fingetevi morti, mettendo la faccia a terra, e riparandovi il collo con le mani. Questo gli farà capire che non siete un pericolo e, probabilmente, si allontanerà. Rimanete in questa posizione per almeno venti minuti. Spesso gli orsi restano nei paraggi per vedere se siete davvero morti o state solo fingendo.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale