Università, la Russia apre le porte agli studenti stranieri: più offerta formativa e collaborazioni

Getty Images
Il Paese sogna di attirare “cervelli” dall’estero per rispondere alle future esigenze professionali. In aumento i programmi in inglese, i corsi estivi, le collaborazioni tra atenei e le doppie lauree

La Russia “corteggia” i cervelli stranieri. Così come ha spiegato Putin il primo marzo in un discorso all’Assemblea federale, il Paese vuole attrarre ragazzi di talento dall’estero. E a tal scopo si sta lavorando per creare condizioni più favorevoli e maggiori opportunità di studio per aprire ai ragazzi le porte dell’istruzione in Russia, garanendo loro future nuove opportunità professionali. 

“Questo obiettivo non si distacca da ciò di cui ha bisogno il nostro Paese: persone giovani, sane e istruite. Per loro dovremo anche semplificare il sistema per l’ottenimento della cittadinanza russa”, ha detto Putin.  

Ma in che modo le università russe si stanno preparando per attirare nuove menti dall’estero? Quali nuove opportunità sono apparse quest’anno nell’ambito dell’istruzione in Russia? 

Dalla medicina cibernetica alla biodiversità

  • Quest’anno le università russe si sono quasi superate in termini di offerta formativa proposta agli studenti stranieri. 
  • Oltre ai già esistenti programmi in inglese, saranno disponibili i seguenti nuovi corsi:
  • Biofisica medica, biochimica medica e medicina cibernetica (Università “Lobachevskij” di Nizhnij Novgorod)
  • Modern problems of software engineering (master in inglese presso l’Università nazionale di ricerca nucleare MEPhI di Mosca)
  • Imprenditorialità e leadership tecnologica (master in inglese presso l’Università politecnica di Pietro il Grande a San Pietroburgo, SPbPU)
  • Digital management nelle moderne attrezzature, robotica molecolare e sistemi biosensori, bioinformatica e biologia sistemica, tecnologie intellettuali nella robotica (Università ITMO di San Pietroburgo)
  • Ingegneria meccanica (corso in inglese presso l’Università statale degli Urali meridionali a Chelyabinsk)
  • Elite technical education (Università politecnica di Tomsk)
  • Percorso di laurea sulla biodiversità (master in inglese presso l’Università statale di Tomsk) con successivi lavori sul campo relativi alla difesa ambientale dell’Artico 

Scuole estive e corsi invernali 

Coloro che sognano di fare un’esperienza in Russia durante l’estate, possono scegliere tra un’ampia offerta formativa. L’Università Lobachevskij ad esempio organizza corsi estivi intensivi per stranieri dedicati alla lingua e alla cultura russa. Altri istituti, invece, come il MEPhI e l’Università elettrotecnica “LETI” di San Pietroburgo si rivolgono ai futuri professionisti del settore IT con corsi estivi sulle tecnologie dell’informazione e sulla sicurezza informatica.

Chi invece è interessato a settori come l’energia o l’ingegneria biomedica può rivolgersi ai corsi estivi e invernali per stranieri che vengono organizzati dalla SpbPU. 

Le altre opportunità  

Quest’anno l’Università ITMO di San Pietroburgo ha avviato un nuovo programma per giovani scienziati (30-35 anni) che hanno da poco conseguito il dottorato di ricerca negli ultimi cinque anni. L’ateneo pietroburghese invita gli studiosi a svolgere attività di ricerca e a condurre seminari. 

L’Università di Tymen ha invece lanciato un concorso per candidati stranieri che vogliono completare un dottorato di ricerca in Russia. L’Università è pronta a finanziare i vincitori del concorso chiamato “Talent ++” con una borsa di studio mensile di 30.000 rubli (430 euro circa).  

Le università russe stanno al contempo portando avanti accordi di collaborazione con atenei stranieri per creare programmi di doppia o tripla laurea. La Lobachevskij, ad esempio, ha da poco aderito al programma di master internazionale Erasmus Mundus denominato “Studi sull’Europa centrale e orientale, russa ed eurasiatica”.  

Il programma consente di studiare in tre diverse università: all’Università di Tartu, all’Università di Glasgow (Scozia) più una delle altre università partner (tra cui la Lobachevskij) e ricevere tre diversi attestati di laurea al termine del percorso di studi. 

Nel frattempo l’Università di Samara continua a collaborare con gli atenei europei nell’ambito di vari programmi internazionali avviati negli ultimi anni: in collaborazione con l’Università di Stoccarda (Germania) e l’Università di Torino, l’ateneo russo forma i professionisti sui sistemi di alimentazione delle future macchine volanti. Esiste anche un programma dedicato ai sistemi mecatronici in collaborazione con l’Università tecnologica Lappeenranta, in Finlandia.

Sognate di frequentare l’università in Russia? Volete iscrivervi ma non sapete come fare? Con la nostra guida non è mai stato così facile! 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie